Test Aprilia Mana 850: la moto matica

La prima vera moto automatica prodotta in grande serie.

Test aprilia mana 850: la moto matica




La prima vera moto automatica prodotta in grande serie è finalmente una realtà. L’Aprilia 850 Mana, già vista allo scorso Salone di Milano, è stata ufficialmente presentata nella sua forma definitiva. Equipaggiata con un motore bicilindrico a V di 90° da 839 cc (con messa a punto e trasmissione diverse da quelle del Gilera GP 800), racchiude concetti innovativi, mai visti prima su una moto. Per prima cosa ha il variatore e quindi è possibile guidarla come un vero scooter, semplicemente accelerando senza preoccuparsi di cambiare marcia. Ma questo variatore è controllato da un motorino elettrico che modifica la posizione reciproca delle due semi-pulegge motrici per creare diverse rampe di apertura e quindi una diversa progressione del motore. In pratica si possono impostare tre modi di funzionamento automatici: Touring (marcia normale), Sport (rapporti accorciati per la massima accelerazione) e Rain (per le condizioni di scarsa aderenza). Agendo su un pulsante al manubrio è poi possibile anche passare alla funzione sequenziale che permette di cambiare rapporto come su una moto, utilizzando il classico pedale o i pulsanti “+” e “-“ al manubrio, ovviamente senza frizione. La leva sinistra manca del tutto, perché il freno dietro è stato mantenuto a pedale. L’architettura del motore, con la scatola filtro disposta sul lato sinistro e la collocazione del serbatoio da 16 litri nel codino ha consentito, inoltre, di ricavare un grande vano anteriore, al posto del classico serbatoio: nel vano, dotato di presa a 12 V e luce di cortesia, c’è spazio a disposizione per un casco integrale, oltre agli attrezzi. Dinamicamente si apprezza la grande facilità di guida data dall’ottimo funzionamento della trasmissione automatica, anche nel traffico più congestionato. Il basso baricentro, inoltre, regala una notevole maneggevolezza, nonostante i kg non siano pochissimi (circa una quindicina in più rispetto a una naked come la Shiver). Arriverà nella seconda metà di ottobre a un prezzo indicativo di 9.500 euro chiavi in mano.

Il servizio completo su Motociclismo di ottobre.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA