a cura della redazione - 17 maggio 2019

Termignoni: più coppia e CV per la Honda Africa Twin

Termignoni propone un impianto di scarico completo in acciaio-titanio per la Honda CRF1000L Africa Twin che, oltre a far calare il peso della moto, ne aumenta le prestazioni. Ecco i risultati del lancio al banco al nostro centro prove
1/14 Termignoni per Honda CRF1000L Africa Twin
All’interno dell’ampio catalogo prodotti Termignoni ce ne sono alcuni pensati per la Honda Africa Twin. Tra di questi troviamo, ad esempio, i collettori racing in acciaio e terminali di scarico (in titanio oppure in acciaio) sviluppati in collaborazione con il Team HRC.

La Casa dichiara che i terminali, omologati Euro 4, possono essere montati in abbinamento ai collettori di serie senza bisogno di alcuna modifica alla centralina. Oltre al kit è possibile anche mettere il paracalore in carbonio (optional). Parlando di pesi, il terminale in titanio ferma l’ago della bilancia a 2,47 kg, rispetto ai 4,8 kg del silenziatore di serie; i collettori invece pesano 2 Kg (1 kg in meno rispetto ai 3 degli originali). L’aspetto che più ci ha incuriositi riguarda le performance: secondo Termignoni l’abbinamento collettori + silenziatore (con mappa dedicata) offre un aumento di potenza di 4.08 CV a 7.570 giri/min e un incremento di coppia di 5,28 Nm a 3.000 giri/min.

Per verificare quanto afferma il produttore abbiamo deciso di installare il kit Termignoni (collettori in acciaio e terminale in titanio) su una Honda Africa Twin Adventure Sports e mettere la moto al banco del nostro centro prove.
1/13 Termignoni per Honda CRF1000L Africa Twin: il test

La prova al banco

I risultati parlano chiaro: con il solo terminale di scarico la "nostra" Africa Twin guadagna 1,97 CV di potenza massima a 7.600 giri/min e 1 Nm di coppia a 6.100 giri/min. Con l’impianto completo (che vi ricordiamo non essere omologato per l'uso su strada) e con mappatura dedicata della centralina, settata direttamente da smartphone tramite la App UpMap di Termignoni, la potenza massima (raggiunta a 6.000 giri/min) aumenta di 3,6 CV; allo stesso regime la coppia cresce di 4,15 Nm.

Guardano il grafico emerso dal lancio al banco notiamo che, con l’impianto di scarico completo, la potenza aumenta in particolare nella zona medio-alta del contagiri, dai 4.000 in su; il maggior incremento di potenza si ha a 6.500 giri/min, dove la maxienduro di Tokyo guadagna 4,2 CV. La coppia, invece, è già più alta dal minimo fino ai 3.500 giri/min, ha una lieve flessione per circa 500 giri/min, per poi tornare a guadagnare dai 4.000 giri/min in su e per tutto l’arco di erogazione. L’incremento massimo di coppia si ha a 2.900 giri/min, dove si guadagnano ben 8,8 Nm.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli