13 January 2014

Tardozzi torna in Ducati: guiderà il team ufficiale MotoGP

Un team manager storico e plurivittorioso per le Rosse viene messo alla testa della squadra ufficiale del Motomondiale. Dopo 4 anni di “lontananza”, l’ex pilota di Ravenna è di nuovo un uomo Ducati e sostituisce Guareschi

Tardozzi torna in ducati: guiderà il team ufficiale motogp

In questi anni l’avventura della Ducati in MotoGP non ha dato grandi soddisfazioni. Dopo il titolo di Stoner nel 2007 non c’è stato molto da gioire e l’ingaggio di Rossi non ha dato i risultati che tutti avremmo sperato. Se è per questo, nemmeno l’arrivo di Dovizioso o dell’uomo Audi, Bernhard Gobmeier. Ma dal 2014 cambia tutto: arrivano l’ingegner Dall’Igna e Cal Crutchlow, viene esplorata la categoria Open con la moto affidata a Yonny Hernandez del team Pramac (ma non a Iannone e tanto meno alla squadra ufficiale, contrariamente alle voci circolate ultimamente). In compenso Vittoriano Guareschi ha lasciato la Casa di Borgo Panigale per partecipare alla nuova avventura del Team Sky in Moto3, la squadra “di Valentino Rossi” per cui correranno Fenati e Bagnaia. Al suo posto, ad occuparsi in pista delle Rosse ufficiali del Motomondiale, è stato chiamato un uomo che per anni è stato una bandiera Ducati: Davide Tardozzi. Ecco il comunicato ufficiale (qui la gallery).

 

Ducati Corse annuncia di aver raggiunto un accordo con Davide Tardozzi, che torna quindi a collaborare con la Casa di Borgo Panigale dopo quattro anni. Tardozzi, nato a Ravenna il 30 gennaio 1959, avrà un importante ruolo nel Ducati Team e si occuperà del coordinamento organizzativo e logistico della squadra italiana nel Campionato Mondiale MotoGP.

 

L'ex-pilota romagnolo ha ottenuto molti successi nella sua carriera come team manager Ducati in Superbike, collaborando con piloti come Fogarty, Bayliss, Corser, Toseland e Hodgson, e contribuendo alla vittoria di sette titoli mondiali piloti nel campionato riservato alle moto derivate di serie.

 

Davide Tardozzi riporterà direttamente a Paolo Ciabatti, Direttore Sportivo di Ducati Corse e Responsabile del Programma MotoGP Ducati, e ricoprirà il suo nuovo ruolo nel Ducati Team a partire dal prossimo test MotoGP di Sepang, previsto sul circuito malese dal 4 al 6 febbraio prossimi.

 

NON TEAM MANAGER

Tardozzi, prendendo alla lettera le parole del comunicato, non sarà quindi un team manager in senso stretto, quanto un coordinatore, con più di una persona sopra di sé. Davide riporterà a Ciabatti, già compagno di Tardozzi ai tempi dei trionfi della SBK (1998 e 1999 Fogarty; 2001 Bayliss; 2003 Hodgson; 2004 Toseland; 2006 e 2008 ancora Bayliss, ma dal 2007 Ciabatti non era più uomo Ducati), ma la scala gerarchica vede anche la presenza di Dall’Igna e, ovviamente, di Domenicali. Il settore corse Ducati è affidato quindi a uomini vincenti, due legati al mondo Ducati (anche se Tardozzi è stato team manager BMW SBK nel 2010 e Ciabatti Direttore del Mondiale SBK dal 2007 al 2012) e uno (Dall’Igna) che porta in dote da Aprilia una serie di titoli impressionante. Sicuramente le mansioni saranno state ben chiarite, per scongiurare il pericolo di… scontri di personalità, non ci resta che attendere i risultati, mentre notizie su grandi rivoluzioni tecniche ancora non ci sono.

 

All’inizio di febbraio ci saranno i primi test MotoGP a Sepang, lì cominceremo a capire meglio se la tradizione di vittorie by Tardozzi/Ciabatti/Dall’Igna darà la sveglia ad una Ducati che… non aspetta altro.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA