SPECIALE SALONE EICMA 2018
Tutte le novità Casa per Casa
a cura della redazione - 09 November 2018

Due nuove naked in casa SWM: arrivano le Varez 125 e 400

SWM presenta ad Eicma due nuove nude stradali. Le Varez 125 e 400 condividono lo stesso telaio, ma si differenziano per il motore e le sospensioni
  • Salva
  • Condividi
  • 1/20 SWM Varez 

    Varez 125

    Il nome Varez altro non è che la pronuncia in dialetto della città di Varese, a onorare l’appartenenza al territorio di SWM. Il motore monocilindrico 4 tempi con distribuzione a doppio albero a camme in testa, raffreddato a liquido e cambio a sei rapporti, è racchiuso da un telaio a traliccio in tubi di acciaio al cromo molibdeno con telaietto reggisella smontabile in alluminio. Le sospensioni prevedono una forcella a steli rovesciati da 41 mm e un monoammortizzatore con leveraggio progressivo “Uni Track”.

    Non c’è l’ABS, ma è previsto un sistema di frenata combinata; l’impianto ha un disco anteriore da 300 mm con pinza flottante a doppio pistoncino e un disco posteriore da 220 mm con pinza flottante a singolo pistoncino. I cerchi in lega misurano 17" con pneumatici Michelin Pilot Street 110/70 davanti e 140/70 dietro.

    Sarà disponibile dalla primavera 2019; il suo prezzo non è ancora stato comunicato.

    Varez 400

    Come la più piccola quarto di litro, anche la 400 monta un’unità strettamente derivata dalle versioni offroad già in listino e opportunamente rivista per un utilizzo stradale. Si tratta di un monocilindrico 4T bialbero a camme in testa, raffreddato a liquido con cambio a 6 rapporti incastonato in un telaio a traliccio in tubi, che condivide con la sorella minore.

    A livello di sospensioni troviamo, però, una forcella più sofisticata, che è regolabile e con steli da 47 mm anziché 41 mm. Al posteriore condivide lo stesso monammortizzatore della 125. La sella, con finiture in Alcantara e dettagli di colore rosso, è alta da terra 820 mm; sotto quella del passeggero, protetta da una serratura, c’è un vano dove poter riporre documenti e piccoli oggetti. L’impianto frenante, dotato di ABS e griffato Brembo, è composto da un disco anteriore flottante da 320 mm a margherita con pinza radiale a quattro pistoncini e da un disco posteriore fisso da 220 mm.


    Anche la 400 sarà disponibile dalla primavera 2019 e anche in questo caso ancora non si conosce il suo prezzo.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Le ultime news