Le nuove SWM RS 125 R e SM 125 R arrivano sul mercato

SWM RS 125 R e SM 125 R 2017 sono disponibili dai concessionari. Ecco i prezzi, le foto e le schede tecniche delle due nuove ottavo di litro della Casa varesina. Le moto hanno in comune motore e telaio, ma si differenziano per look e carattere: enduro la prima, motard la seconda

Arrivano dai concessionari le nuove ottavo di litro

Allo scorso Salone di Milano, tra le altre novità, SWM ha presentato le nuove RS 125 R e SM 125 R (qui le foto), due 125 cc concepite per i motociclisti più giovani. Le moto condividono tra loro motore e telaio, ma si differenziano per i cerchi, i pneumatici e i dischi freno: la RS strizza l’occhio all'enduro, la SM al motard.
Più sotto nell’articolo trovate i dettagli delle due moto e le schede tecniche, cliccate invece sui nomi delle moto qui sotto per le foto: La Casa varesina comunica ora che i due nuovi modelli sono arrivati sul mercato: entrambe sono disponibili nella livrea Rossa/Bianca o Nera/Bianca, la versione RS ad un prezzo di 4.040 euro c.i.m.*, la SM a 4.140 euro c.i.m.*

* Vi ricordiamo che i prezzi presenti in questo articolo si intendono con la formula "chiavi in mano" (c.i.m.), in cui il prezzo finale si ottiene aggiungendo al prezzo di listino "franco concessionario" le spese per la messa in strada, che Motociclismo quantifica in 250 euro.
SWM RS 125 R

Motore e telaio in comune, ma caratteri differenti

Le nuove RS 125 R e SM 125 R conservano le caratteristiche strutturali, tecniche ed estetiche delle “sorelle maggiori” RS 300 R, RS 500 R e SM 500 R, per donare ai più giovani la possibilità di “sognare in grande” (il 60% dei componenti è in comune). Il design è spigoloso e muscoloso, caratterizzato da linee tese e da una lunga sella biposto; i più attenti avranno sicuramente notato che questi nuovi modelli somigliano molto alle vecchie Husqvarna dell’era BMW; ma le nuove grafiche danno ora alla carrozzeria uno slancio parecchio differente.

Entrambi i nuovi modelli sono spinti da un motore monocilindrico a 4 tempi di 125 cc, raffreddato a liquido, con doppio albero a camme in testa "DOHC”, dotato di alimentazione a iniezione elettronica (corpo farfallato da 32 mm di diametro), cambio a 6 rapporti e lubrificazione a carter secco. Una particolarità di questo motore è che... non è il solito Minarelli/Yamaha e nemmeno il Piaggio o uno dei motori che Shineray (gruppo cinese proprietario di SWM) offre sciolti nel proprio catalogo. Si tratta di un propulsore interamente progettato e realizzato in Italia da SWM, che non vediamo l'ora di mettere alla prova (in fondo alla pagina la scheda tecnica delle moto). E non è detto che ce lo troveremo presto su qualche altra moto non SWM; la Casa di Cassinetta di Biandronno ha già molte richieste di fornitura da altre Marche italiane, anche se è prematuro ffare i nomi... Il propulsore, versione aggiornata di un progetto a firma Ampelio Macchi, è configurato in modo da sfoggiare un bel tiro ai bassi - dichiara Ennio Marchesin (Marketing ,Communication, PR Manager SWM Motorcycles) - mentre agli alti è limitato per rispettare le normative, ma è previsto l'arrivo più avanti di una versione racing a motore... libero e con sospensioni più professionali, nonché di un kit "scarico+centralina" per chi vuole dare più pepe alla versione "standard" (e per i mercati emergenti è allo studio la versione di 150 cc).

Il telaio monotrave a doppia culla è lo stesso utilizzato dalle sorelle maggiori ed è lo stesso equipaggia anche la SM 450 Racing 2017 che corre nei Campionati Mondiale, Europeo e Italiano Supermoto. Al telaio, realizzato in Italia, è abbinata un forcella a steli rovesciati da 41 mm e perno avanzato e un monoammortizzatore idraulico progressivo “Soft Damp”, entrambi con 250 mm di escursione. A frenare la moto ci pensano un disco anteriore a da 260 mm sulla RS 125 R, e da 300 mm sulla SM 125 R, che lavora in coppia con un disco posteriore da 220 mm; il tutto assistito dal sistema di frenata combinata “CBS” (obbligatoria secondo le norme Euro 4). I cerchi sono da 21” all'anteriore e 18” al posteriore per la versione Enduro, mentre per la Supermoto sono entrambi da 17”.

Attualmente la produzione dei primi 1.000 pezzi è già stata collocata sul mercato, ma la Casa ha talmente tante richieste da non riuscire a soddisfarle tutte. 
 
SWM SM 125 R

Un ritorno con i fiocchi

A proposito di motard, vi ricordiamo che proprio un paio di settimane fa SWM ha fatto il proprio ritorno alle competizioni, agli Internazionali d’Italia Supermoto 2017 con Marc Reiner Schmidt (GER) e Edgardo Borella (ITA) in sella alla SM 450 Racing 2017. È stato un ottimo rientro: sul circuito di Battipaglia, nelle prove, Schmidt ha conquistato la pole position (Borella 4°), davanti a numerose Honda, Yamaha, TM e KTM… Il tedesco ha poi dominato la prima manche e stava bissando il successo anche nella seconda, finché non si è scatenato il diluvio sulla pista. A causa della pista bagnata Schmidt è scivolato per ben due volte, ma nonostante ciò è riuscito a chiudere in sesta posizione, conquistando così il secondo posto assoluto. Ottima anche la prestazione di Borella, che torna a casa con un sesto e quinto posto di manche (penalizzato da un polso dolorante).

Il prossimo appuntamento in pista è fissato ora per il 25-26 marzo, sulla pista di Ottobiano (PV).
Marc Schmidt in sella alla SWM SM 450 Racing agli Internazionali d'Italia Supermotard

Scheda tecnica SWM RS 125 R e SM 125 R

Qui sotto trovate la scheda con i dati tecnici della SWM RS 125 R, tra parentesi i dati della SM 125 R.

CARATTERISTICHE GENERALI
  • INTERASSE: 1.465 mm (1.500 mm)
  • LUNGHEZZA TOTALE: 2.236 mm (2.106)
  • LARGHEZZA MAX: 820 mm
  • ALTEZZA MAX: 1.230 mm (1.165 mm)
  • ALTEZZA SELLA: 950 mm (914 mm)
  • ALTEZZA MIN. DA TERRA: 320 mm (275 mm)
  • AVANCORSA: 111 mm (83 mm)
  • PESO A SECCO: 117 kg (120 kg)
  • CAPACITÀ SERBATOIO CARBURANTE: 7,2 litri
  • Q.TA' OLIO NEL BASAMENTO: 1,35 litri
  • OMOLOGAZIONE: Euro 4
MOTORE
  • TIPO: monocilindrico 4 tempi
  • ALESAGGIO: 58 mm
  • CORSA: 47,2 mm
  • CILINDRATA: 124,7 cc
  • RAPPORTO DI COMPRESSIONE:12,8: 1
  • RAFFREDDAMENTO: a liquido
  • AVVIAMENTO: elettrico
  • DISTRIBUZIONE: doppio albero a camme in testa, 4 valvole
  • LUBRIFICAZIONE: a carter secco con pompa a lobi e filtro a cartuccia
  • ACCENSIONE: elettronica a scarica induttiva con anticipo variabile a controllo digitale
  • ALIMENTAZIONE: ad iniezione elettronica corpo farfallato ø 32
  • FRIZIONE: multidisco in bagno d'olio con comando meccanico
  • MARCE: 6 con cambio sempre in presa
  • RAPPORTI DI TRASMISSIONE:1ª - 2,833 (34/12), 2ª- 2.066 (31/15), 3ª- 1,555 (28/18), 4ª- 1,238 (26/21), 5ª- 1,045 (23/22), 6ª- 0,916 (22/24)
  • TRASMISSIONE FINALE: 14/58-4,142 (14/54-3,857)
  • CATENA DI TRASMISSIONE: "regina" 126rshb-12.7
MOTOTELAIO
  • TELAIO: monotrave doppia culla in tubi di acciaio ad alto resistenziale; telaietto posteriore in acciaio
  • SOSPENSIONE ANTERIORE: forcella teleidraulica a steli rovesciati e perno avanzato ø steli 41 mm, corsa 250 mm
  • SOSPENSIONE POSTERIORE: progressiva "soft damp" con monoammortizzatore idraulico, corsa 250 mm
  • FRENO ANTERIORE: disco fisso, con comando idraulico e pinza flottante, ø disco 260 mm (300 mm)
  • FRENO POSTERIORE: disco flottante, con comando idraulico e pinza flottante, ø disco 220 mm
  • CERCHIO ANTERIORE: lega leggera 1,60”x21” (lega leggera 2,75”x17”)
  • CERCHIO POSTERIORE: lega leggera 2,15”x18” (lega leggera 4”x17”)
  • PNEUMATICO ANTERIORE: 80/90-21 (110/70-17)
  • PNEUMATICO POSTERIORE:110/80-18 (140/70-17)
SWM SM 125 R

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA