Suzuki: nel 2020 cala il fatturato, ma aumenta l’utile

Suzuki ha annunciato i risultati finanziari per l’esercizio 2020: nel settore moto il fatturato cala di quasi il 15%, ma l’utile operativo aumenta di oltre il 35%. Difficile, però, fare previsioni per il futuro

1/29

Suzuki ha annunciato i risultati finanziari per l’esercizio 2020, ovvero il periodo compreso da aprile 2020 a marzo 2021, contraddistinto dalla pandemia mondiale di Coronavirus che ha inevitabilmente intaccato il mercato. Per quanto riguarda il settore “moto”, il fatturato di Suzuki si è attestato a quota 1,7 miliardi di euro. Un dato che può sembrare elevato, ma va considerato che il fatturato dell’esercizio 2020 è diminuito di 300,8 milioni di euro, ovvero ha subito un calo del -14,9% rispetto al precedente anno fiscale. Questo a causa della diminuzione delle vendite di moto di grossa cilindrata nella stagione di norma più favorevole, da aprile a giugno, e per l’effetto del calo delle vendite dei modelli di piccola cilindrata in alcuni mercati, tra cui l’India e altri paesi asiatici.

Nonostante il calo del fatturato, però, l’utile operativo è passato dagli 15,8 milioni di euro dello scorso esercizio agli attuali 21,7 milioni di euro (+ 37,4%), grazie principalmente a una diminuzione delle spese ottenuta con un miglioramento della qualità del business in ambito motociclistico.

Per Suzuki fare ora delle previsioni per il futuro è però impossibile, a causa “dei molti elementi d’incertezza che potrebbero condizionare le previsioni riguardanti i risultati dell’attività aziendale, come per esempio l’impatto della diffusione del nuovo coronavirus in India, le previsioni sui risultati operativi consolidati relative al prossimo esercizio fiscale restano indefinite”.

1/56

Suzuki Burgman 400 2021

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA