di Beppe Cucco - 12 gennaio 2019

Suzuki mette il turbo: crescita a doppia cifra nel 2018

Suzuki Italia Moto ha chiuso il 2018 con incremento delle vendite rispetto al 2017 vicino al 20%. Il merito va soprattutto a V-Strom 650, Burgman 400 e GSX-S750. Per il futuro...
1/25 Suzuki V-Strom 650 XT: il nostro test sulle strade nei dintorni di Tarragona (Spagna)

Suzuki Italia Moto ha chiuso il 2018 con un bilancio estremamente positivo e ha compiuto grandi progressi su tutti i fronti rispetto al 2017.In un mercato che ha visto le immatricolazioni salire del 7,4%, Suzuki ha avuto un’espansione più che doppia rispetto alla media italiana, con un ottimo + 17,7%.

A tirare il gruppo ci ha pensato la V-Strom 650, che ha chiuso l'anno con 1.296 moto vendute e un +15,9% rispetto al 2017. Nel mondo delle naked si è invece distinta la GSX-S750, grazie anche alla versione Yugen, con 514 unità immatricolate. Tra le supersportive 1000 cc da pista, la GSX-R1000 con 203 unità vendute si piazza al terzo posto della classifica italiana (dietro a Panigale V4 -880- e Yamaha R1 -292-).

Il Burgman spicca tra gli scooter

Le soddisfazioni maggiori per Suzuki nell’annata 2018 sono venute però dal comparto scooter. La Casa di Hamamatsu ha contabilizzato infatti un + 46%, sotto l’effetto trainante del Burgman 400. Questo scooter, con 961 unità vendute, nel 2018 ha fatto segnare un +72% rispetto al 2017.


Uno sguardo al futuro

Alla luce di questo andamento e del fatto che il mercato abbia chiuso in crescita per il quinto anno consecutivo, Suzuki Italia Moto guarda ora con molta fiducia alla stagione 2019 e dopo aver lanciato un modello iconico come la Katana, la Casa ha infatti studiato una strategia commerciale ancora più aggressiva, che porterà sicuramente ad ulteriori passi in avanti nel 2019.

Una campagna di promozioni è stata varata a inizio gennaio e durerà fino al 31 marzo, coinvolgendo tutti i principali modelli. Promozioni, supervalutazioni e allestimenti speciali! Tutte le promozioni sono visibili sul sito Suzuki nella sezione dedicata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultime notizie news