Analizziamo i dettagli della Suzuki GSX-R1000 2017

Suzuki GSX-R1000 2017: un video ci mostra tutti i particolari della nuova supersportiva di Hamamatsu. Dal propulsore ai dispositivi elettronici, passando per lo schema di funzionamento della fasatura variabile e la strumentazione… Non perdetevi la clip 

SCOPRIAMO COSA SI NASCONDE SOTTO ALLE CARENE

Suzuki ha presentato ad Intermot 2016 (cliccate qui per tutte le novità) la nuova GSX-R1000, quella che di fatto è la sesta generazione della supersportiva di Hamamatsu. La nuova “gixxer” è spinta da un motore quattro cilindri in linea da 998 cc, raffreddato a liquido, con doppio albero a camme in testa e fasatura variabile in aspirazione, in grado di scaricare a terra una potenza di 202 CV. La GSX-R1000 sarà disponibile in due versioni, la “base” e la “R”, pensata per la pista e arricchita con componenti più pregiati; entrambe le versioni comunque omologate per l’uso stradale. Il look è identico a quello visto sul prototipo dello scorso anno, contraddistinto da linee filanti e sinuose, e caratterizzato dal frontale con il piccolo faro centrale e, solo sulla versione "R", due strisce laterali di luci a led. Per conoscere le caratteristiche tecniche di questa nuova moto vi rimandiamo al nostro articolo di presentazione; nella gallery trovate le foto, comprese le immagini delle nuove componenti tecniche. 
 
Ora vi proponiamo invece un filmato realizzato dalla Casa, attraverso il quale potete scoprire tutti i dettagli della nuova GSX-R1000: dal propulsore ai dispositivi elettronici, passando per lo schema di funzionamento della fasatura variabile e la strumentazione… buona visione! 
 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA