Superbike Phillip Island, Australia 2012, Gara 2: Checa su Ducati vince davanti a Biaggi su Aprilia

La Gara 2 della Superbike, sul tracciato di Phillip Island, in Australia, è stata una di quelle tanto spettacolari che lasceranno il segno nella storia del campionato iridato delle derivate di serie. Un inconveniente sembrava aver messo fuori dai giochi Max Biaggi sull’Aprilia e la mancanza del romano ha fatto sentire più sicuro Carlos Checa, che è andato a vincere sulla Ducati. Però Max è rientrato in gara e dal’ultima piazza ha concluso secondo, davanti a Tom Sykes sulla Kawasaki

Superbike phillip island, australia 2012, gara 2: checa su ducati vince davanti a biaggi su aprilia

Phillip Island (AUSTRALIA) – La Gara 2 della Superbike è stata ancora più spettacolare della prima manche, con un colpo di scena immediatamente successivo alla partenza: Tom Sykes, in sella alla Kawasaki è scattato per primo e si trovava al comando, però Max Biaggi, sull’Aprilia, aveva più motore e ha subito ripreso l’inglese. All’inserimento della prima curva, Sykes ha rallentato bruscamente, per impostare la piega, mentre il romano che era più deciso è arrivato veloce e ha urtato la “verdona”. Nell’impatto la leva del freno dell’Aprilia si è spostata verso il basso e Biaggi non è riuscito ad afferrarla per decelerare. Perciò è arrivato lungo ed è uscito di pista. Ha approfittato subito della situazione, Carlos Checa, con la Ducati del team Althea Racing. Lo spagnolo, che nel frattempo aveva scaldato a sufficienza le gomme, ha cominciato a far pressione, si è liberato facilmente di Sykes e si è portato al comando, iniziando una corsa in solitaria.

Biaggi è rientrato in pista per ultimo, all’altezza della seconda curva, dopo aver percorso un lungo tratto nel prato. Il romano non si è scoraggiato e ha fatto solo una cosa: ha aperto il gas ed è andato per tutto il tempo a manetta. Uno via l’altro ha superato i ventidue piloti che lo precedevano e si è portato alle spalle di Checa, il quale, però aveva un vantaggio di quasi sette secondi, al termine del primo giro, e lo ha mantenuto sino al traguardo. Biaggi ha concluso secondo, ma ha fatto una gara veramente spettacolare, sfruttando appieno le potenzialità dell’Aprilia, anche quando da metà della manche in avanti la gomma era quasi finita. La prestazione esagerata dell’accoppiata italiana ha suscitato la polemica di Genesio Bevilacqua, il titolare dell’Althea Racing, il quale ha sottolineato come la Ducati sia svantaggiata con i 6 kg di zavorra in più che deve aggiungere per regolamento e come questa condizione sia fastidiosa per Checa, in confronto ad un “Biaggi che con una moto come quella – l’Aprlia RSV4 Factory n.d.r. – dovrebbe andare a correre in MotoGP”. Sarà, ma il vantaggio di quasi sette secondi che lo spagnolo aveva all’inizio della gara si è mantenuto sino al traguardo e Biaggi non ha fatto altro che recuperare posizioni progressivamente, risalendo l’intera fila, il più velocemente possibile.

Festeggia cambiamenti nella squadra anche Tom Sykes: la scuderia ufficiale della Kawasaki, da quest’anno, ha un nuovo manager e, sotto la nuova gestione, oggi è arrivato il primo podio con il terzo posto preso dall’inglese.

Max Biaggi lascia Phillip Island alla guida della classifica generale, con 45 punti, davanti a Marco Melandri, che ne ha 30, Tom Sykes, a quota 29, e Carlos Checa, con soli 25 (a causa dello zero dovuto al ritiro in Gara 1).

Risultati Gara 2 Superbike Phillip Island Australia 2012

1.  Carlos Checa 34'26.728Ducati 1098R(Althea Racing)

2.  Max Biaggi 34'32.435Aprilia RSV4 Factory(Aprilia Racing Team)

3.  Tom Sykes 34'39.249Kawasaki ZX-10R(Kawasaki Racing Team)

4.  Jonathan Rea 34'39.383Honda CBR1000RR(Honda World Superbike Team)

5.  Leon Haslam 34'44.907BMW S1000 RR(BMW Motorrad Motorsport)

6.  Marco Melandri 34'45.559BMW S1000 RR(BMW Motorrad Motorsport)

7.  Maxime Berger 34'45.667Ducati 1098R(Team Effenbert Liberty Racing)

8.  Eugene Laverty 34'46.206 Aprilia RSV4 Factory(Aprilia Racing Team)

9.  Hiroshi Aoyama 34'46.282  Honda CBR1000RR(Honda World Superbike Team)

10.   Niccolò Canepa 34'53.017Ducati 1098R(Red Devils Roma)

11.   Jakub Smrz 34'53.207Ducati 1098R(Liberty Racing Team Effenbert)

12.   Leon Camier 34'55.873Suzuki GSX-R1000(Crescent Fixi Suzuki)

13.   Davide Giugliano 35'03.210Ducati 1098R(Althea Racing)

14.   Lorenzo Zanetti 35'04.841Ducati 1098R(PATA Racing Team)

15.   Joshua Brookes 35'09.962Suzuki GSX-R1000(Crescent Fixi Suzuki)

16.  Bryan Staring 35'10.254 Kawasaki ZX-10R(Team Pedercini)

17.  Raffaele De Rosa 35'20.657Honda CBR1000RR(Team Pro Ride Real Game Honda)

RT.  Ayrton Badovini 17'35.557BMW S1000 RR(BMW Motorrad Italia GoldBet)

RT.  Joan Lascorz 15'42.247Kawasaki ZX-10R(Kawasaki Racing Team)

RT.  Sylvain Guintoli 14'11.367Ducati 1098R(Team Effenbert Liberty Racing)

RT.  David Salom 12'50.634Kawasaki ZX-10R(Team Pedercini)

RT.  Michel Fabrizio 6'22.268BMW S1000 RR(BMW Motorrad Italia GoldBet)

RT.  David Johnson 6'32.856BMW S1000 RR(Rossair AEP Racing)

RT.  Mark Aitchison 1'42.222BMW S1000 RR(Grillini Progea Superbike Team)

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA