Spite: un nuovo modo di intendere la Ducati

Lorenzo André Spreafico e Simone Campestre, diplomati in Transportation Design allo IED di Torino, supportati dalla Casa di Borgo Panigale hanno realizzato la Spite, una concept di Ducati.

Spite: un nuovo modo di intendere la ducati

Milano - Lorenzo André Spreafico e Simone Campestre, due studenti diplomati, nel 2010, in Transportation Design allo IED di Torino hanno realizzato la Spite, una concept di Ducati molto innovativa. È una naked pensata per i giovani fino a trent’anni, che fonde stile e tecnica. È caratterizzata da linee morbide, che avvolgono un cuore tecnologico. Sono infatti due le anime di Spite: una concept essenziale fino all’estremo, ma progettata sin nei minimi dettagli, come i raggi dei cerchi che riprendono la bicromia bianco/nero della carena e del complesso serbatoio/sella. La doppia anima di questa moto è rimarcata anche dagli assetti di guida, City e Sport, rapidamente selezionabili grazie alla sospensione variabile, in base all’utilizzo. Spite è uno dei cinque progetti di laurea selezionati da Ducati e sviluppato in partnership con la Casa di Borgo Panigale

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA