26 May 2015

Special Yamaha XV950 e XJR1300 Yard Built: nuove in arrivo

In occasione del Bike Shed 2015 di Londra, esposizione dedicata all’onda creativa che ruota intorno alla scena cafè racer, scrambler e brat-style, Yamaha ha presentato le ultime due creazioni Yard Built su base XV950 e XJR 1300. Info, foto e due video per conoscerle meglio

Special yamaha xv950 e xjr1300 yard built: nuove in arrivo

Tra le special della Casa di Iwata fanno il loro arrivo due nuove Yard Built, realizzate dai migliori customizer al Mondo sono special replicabili dagli appassionati nel proprio garage, grazie al kit di accessori messo a disposizione dalla Casa. In occasione del secondo appuntamento annuale di The Bike Shed 2015 di Londra, presso la Tobacco House, i visitatori presenti hanno potuto ammirare per la prima volta la XV950 ‘Playa del Rey’ by Matt Black Custom Designs e la XJR1300 ‘Dissident’ by it roCks!bikes. Nella gallery trovate le foto delle due nuove special.

 

Yard built xv950 ‘playa del rey’

La XV950 è passata sotto le mani dei ragazzi di Matt Black Custom Design, un’officina spegnola che ha sede poco fuori Malaga. Per la loro prima Yard Built, i customizzatori si sono ispirati alle café racer dell’inizio del secolo scorso che gareggiavano sui circuiti ovali in legno. Il risultato? Questa XV950 ha le linee e le sembianze di una vera moto “d’altri tempi”. L’intero team ha lavorato insieme per ragiungere l’obbiettivo: Anthony Partridge ha Costruito a mano il serbatoio e altre parti in metallo; il capo tecnico Kurt Lohse si  occupato dell’impianto elettrico; il project manager Dom Kelly ha progettato in 3D ogni singolo componente. Per la livrea, color panna e marrone, si sono affidati a Ray Hill. Per dar vita alla XV950 “Playa del Rey” i ragazzi di Matt Custom hanno realizzato numerose parti ricavate dal pieno, l’elenco comprende i cerchi da 21 pollici, la corona posteriore, la struttura del coperchio in plexiglass trasparente per le punterie, il carter motore, la cover per il pignone e il copribatteria. Ci sono alcune parti create su misura da Matt Black Custom come il serbatoio realizzato a mano, i coperchi per impianto elettrico e batteria e il parafango posteriore. I collettori di serie confluiscono in un condotto realizzato su misura che termina  in un silenziatore MIVV Ghibli modificato. Seguendo l’idea che le Yard Built devono poter essere realizzate da chiunque nel proprio garage, il progetto “Playa del Rey” è completato da una serie di accessori after market. La forcella springer Rebuffini, ammortizzatori Öhlins, tappo del carburante Crafty B, faro anteriore e manopole Vitys, frecce e pedane Rizoma, tachimetro e quadrante Motogadget, pinze freno anteriore PM e riser LA Chopper. I possessori di Yamaha XV950 possono trovare questi, ed altri, accessori sul sito di Matt Black Custom Design. Nel video che segue potete ammirare la XV950 “Playa del Rey” durante la trasformazione e mentre percorre i primi chilometri su strada.

 

 

La giusta combinazione tra il vecchio e il nuovo

Queste le parole di Shun Miyazawa, Product Manager Yamaha, in merito alla XV950 Playa del Rey: “Ispirata al mondo bobber, Yamaha XV950 è una moto divertente da guidare grazie al grintoso bicilindrico a V. Il design è senza tempo e rende omaggio alle bobber più belle, con l’aggiunta di componenti evoluti per ottenere prestazioni e affidabilità di riferimento. La combinazione tra vecchio e nuovo è un tratto distintivo delle precedenti opere di Matt Black. Di conseguenza abbiamo pensato che fossero le persone giuste per affrontare l’ultimo progetto Yard Built, ed il risultato si è dimostrato fantastico. C’è tutto il divertimento del modello originario, ma sono riusciti a dimostrare che, partendo da quella base, si può facilmente ottenere qualcosa di straordinario, una miscela perfetta tra vintage e moderno, senza compromettere la guidabilità”.

 

Yard built xjr1300 ‘dissident’ by it rocks!bikes

I customizzatori portoghesi dell’officina it roCkS!bikes hanno voluto celebrare il 20° anniversario della muscolosa icona Yamaha dedicandole una special, è così che nasce la Yard Built XJR1300 “Dissident”, una special dalle linee café racer. Le moto firmate it roCkS!bikes si contraddistinguono grazie alla “monoscocca” (un blocco unico con serbatoio, sella e codone) e anche per questa realizzazione i customizer hanno voluto rispettare la tradizione. Il pezzo di metallo, modellato a mano e senza tagli e saldature, parte appena dietro la piastra di sterzo e si raccorda con il codone. Questa “monoscocca” è completamente Plug&Play, ciò significa che è possibile installarla sulla XJR1300 senza bisogno di modificare il telaio originale. La struttura è sinonimo di semplicità e pulizia delle linee, con una grande attenzione per i dettagli, come le luci a Led posteriori nascoste nel codone. La frenata è affidata ad un impianto ISR, con pinze a sei pistoncini, tubi in treccia d’acciaio e due dischi da 340 mm all’anteriore e singolo da 267 mm al posteriore. La forcella a steli rovesciati, di derivazione YZF-R1, è stata opportunamente modificata per adattarsi al cannotto di sterzo di XJR1300. La strumentazione, Motogadget, è installata su di un supporto in alluminio realizzato a mano. I carter motore sono stati rimpiazzati su entrambi i lati con elementi più leggeri in alluminio, con una “finestrella” in vetro che permette di vedere il cuore della moto. L’impianto di scarico, 4 in 2, è realizzato a mano in acciaio inox. Pedane SLS, tappo carburante “Monza”, sella artigianale in pelle e cerchi Kineo da 17” completano l’opera. La grafica è un tributo al 20° anniversario di XJR, con una reinterpretazione dei colori anni ’80 e anni ’90, come il bianco perla, il nero e l’oro. I proprietari di XJR1300 che vorranno personalizzare la propria due ruote possono acquistare tutti i componenti o anche uno solo, direttamente da it roCkS!bikes. Qui sotto trovate il filmato che vi mostra la nascita di questa special.

 

 

Soluzione plug&play

Shun Miyazawa, Product Manager di Yamaha, si è così espresso in merito alla XJR1300 “Dissident”: “it roCkS!bikes era in pole position tra i preparatori che volevamo contattare per celebrare il 20° anniversario di XJR. Il loro caratteristico stile, con il blocco unico della monoscocca, è pulitissimo e l’esperienza accumulata con i modelli 1200 e 1300 ha dimostrato che possono creare moto custom sbalorditive senza perdere l’anima del modello originale, mantenendo l’ottimo telaio e la forza bruta del motore. Con “Dissident” hanno realizzato ancora una volta una moto magnifica, dimostrando quanto sia facile personalizzare il modello 2015 senza tagli o saldature, grazie a una soluzione “plug and play” che permette di customizzare la moto senza perdere il carattere originale”.

 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA