Statistiche web
29 April 2009

Special: in Australia CAF-E, la café racer ibrida interpretata da Tim Cameron

Si chiama CAF-E. La sigla nasce da Cafè Ecologic. È il primo esempio di special progettata in chiave ecologica e spinta da un motore ibrido composto da un tradizionale bicilindrico abbinato ad un propulsore elettrico che ricava l’energia per il moto da un pacco batterie al litio in grado di generare una tensione di 180V. Particolare la trasmissione CVT che fa sposare i due motori.

Ibrido parallelo


Milano 29 aprile 2009“ECCEZIUNALE VERAMENTE” Tim Cameron, il designer australiano autore di alcune delle motociclette più audaci in circolazione come la Travertson V-Rex e la VR-2, ha sfornato un’altra concept-bike. Si chiama CAF-E ed è un progetto di café racer ibrida. Disegnata appositamente per migliorare l’efficienza delle batterie e ridurre al massimo le emissioni. Ad un propulsore bicilindrico in linea, abbina un motore elettrico con batterie al litio: la potenza motrice è data contemporaneamente da entrambi i motori. Per questo è definito dal suo ideatore un “ibrido parallelo”.

Come funziona


COME FUNZIONA Il segreto di questo particolare motore risiede nella trasmissione, basata sul progetto “Synergy Drive” di Toyota, un cambio controllato elettronicamente che combina l’erogazione di entrambi i motori in maniera dolce, in base al carico e alle condizioni di guida. Si tratta di una trasmissione continua CVT con variatore, come sugli scooter. Molto compatta, ben si sposa con gli ingombri di una moto. Il motore endotermico è alimentato con un compressore volumetrico elettrico e non meccanico: è più economico e meno ingombrante. La batteria invece, piazzata tra il motore e il forcellone, prevede 25 celle per una tensione totale di 180 Volt. Sempre per ottimizzare la disposizione dei vari componenti, il radiatore con ventola di raffreddamento è posizionato sotto il codone. La trasmissione finale è ad albero, per ridurre al minimo la manutenzione.

Estetica e web



ESTETICA E WEB
Lo stile si ispira alle café racer inglesi degli anni Sessanta, ma con un’interpretazione moderna. Originale ad esempio, la forcella con steli a sezione ovale e i collettori di scarico appiattiti. Secondo Tim Cameron, produrre la CAF-E non dovrebbe essere troppo oneroso. Speriamo sia vero e che la CAF-E diventi presto una moto di serie. Info: www.timcamerondesign.com.au.
© RIPRODUZIONE RISERVATA