SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

La Honda CB 900 Bol D’Or si trasforma in café racer

Da un Honda CB 900 Bol D’Or degli anni '80, dopo dodici mesi di lavoro, si è arrivati ad una più moderna café racer. Nell’elenco delle modifiche troviamo numerose parti realizzate a mano, nuovi ammortizzatori e alcuni componenti "presi in prestito" da altre moto. Info e foto
 

SPECIAL SU BASE HONDA CB 900

Alla fine degli anni ’70 Honda introdusse sul mercato la nuova “CB” bialbero, disponibile con motori da 750, 900 e 1.100 cc, tutti quattro cilindri in linea frontemarcia, 4T, 16 valvole e con doppio asse a camme in testa. Ora queste moto sono molto ambite dai collezionisti e dagli appassionati, che molte volte le utilizzano per realizzare delle special. Ed è proprio una CB 900 Bol D’Or, più precisamente la versione CB 900 F2-B (si differenzia dalla “base” per la carenatura anteriore), che Rosario Iemma (titolare di un officina di riparazioni moto a Salerno) e l'Ing. Antonio Coviello hanno trasformato in una café racer, donando alla moto uno stile più sportivo e moderno. Sfogliate le immagini di questa special presenti nella gallery, poi scopriamo le modifiche. 
1/14 Honda CB 900 Bol D’Or special

UN ANNO DI LAVORI

Il progetto è nato dal desiderio di Antonio Coviello di personalizzare una moto d’epoca e la scelta, su consiglio di Rosario, è ricaduta su una Honda CB 900 F2-B Bol D’Or. Dopo l’acquisto della moto, Coviello ha realizzato alcune bozze e rendering delle linee che voleva dare alla moto e, una volta approvato il progetto, i due si sono messi all’opera. Per prima cosa la moto è stata spogliata delle carene e del codone originale (sono stati conservati solo il serbatoio, le scocche laterali e il parafango anteriore). Poi si è passati alla ciclistica, modificando la forcella e sostituendo gli ammortizzatori posteriori con due nuove unità Marzocchi a gas. La doppia strumentazione originale ha lasciato il posto ad un nuovo tachimetro tondo (Smiths) e il supporto è stato realizzato artigianalmente in alluminio, così come il coperchio in acciaio satinato. Nella parte posteriore della moto è stata ritoccata la parte finale del telaio ed è stato adattato un parafango esistente, su cui sono poi stati fissati il fanale posteriore, il portatarga e le frecce a Led. La sella, dal design monoposto, è stata realizzata a mano. La frenata è stata migliorata con l’adozione di una nuova pompa freno anteriore Nissin, con attacco radiale, e dall’utilizzo di tubi in maglia metallica. Completano questa special semimanubri in alluminio regolabili (Tommaselli), un nuovo faro anteriore tondo (preso in prestito da una Benelli), filtri aria conici (K&N), nuova corona con due denti in meno e uno scarico completo cromato 4 in 1 (Vance & Hines). La livrea bianca e rossa è un omaggio alla moto di partenza; difatti nelle idee di chi l’ha realizzata, questa special non puntava ad alterare i connotati della CB 900, ma voleva rappresentarla in chiave moderna.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA