Spagna, autovelox con radar anti frenata

Lo stato iberico testerà nuovi radar per rilevare possibili rallentamenti effettuati dai guidatori troppo veloci in prossimità degli autovelox. E sta anche ipotizzando l'uso di droni

1/3

La lotta agli “smanettoni” - siano essi su quattro o due ruote non fa alcuna differenza - non ha sosta e dall’alto arriva una preoccupante evoluzione tecnologica: il radar “anti-frenata”.

Che scritto così potrebbe essere frainteso. Il nuovo rilevatore, che la Spagna sembra proprio voler testare sulle proprie strade ad alto tasso d’incidente, non “costringe” il mezzo in arrivo a tutta birra a frenare contro la propria volontà, ma ne rileva i rallentamenti (e le successive riaperture del gas) effettuati in prossimità di un autovelox, in modo da rendere tale operazione inutile ad evitare la multa per eccesso di velocità.

La loro messa in opera non ha ancora una data definita, ma in Spagna già si disquisisce sul fatto se questi radar installati prima degli autovelox verranno segnalati o meno come quest’ultimi.

A sensazione la risposta potrebbe essere no, proprio per evitare possibili frenate anticipatorie su quella che già si sarebbe effettuata. Senza contare che, sempre in Spagna, stanno vagliando la possibilità di utilizzare i droni per la sorveglianza stradale.

Staremo a vedere. Di certo, il “grande fratello” è sempre più attento e tecnologico.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA