Simoncelli e Rossi: uniti dall’amicizia e dalla tragedia. 31 anni fa analogo incidente tra Pons e Rougerie

Si era già verificato un incidente in pista che coinvolse due piloti e amici compatrioti: era il 1980 e si correva, a Silverstone. Michael Rougerie, sulla Suzuki, e Patrick Pons, sulla Yamaha, ebbero un incidente in cui il secondo perse la vita, colpito da una delle due moto.

Simoncelli e rossi: uniti dall’amicizia e dalla tragedia. 31 anni fa analogo incidente tra pons e rougerie

Milano – Sono i corsi e ricorsi storici. Era già avvenuto, nel 1980, che due piloti, amici e compatrioti rimanessero coinvolti in un incidente nella Classe regina e che uno – in maniera del tutto incolpevole – travolgesse l’altro, uccidendolo. Il dramma si verificò a Silversone, nella 500, e anche in quel caso la gara era iniziata da poco: i concorrenti erano impegnati nel quarto giro. Il francese Patrick Pons era decimo, in sella alla Yamaha, e il suo amico e rivale Michael Rougerie, sulla Suzuki, lo seguiva da vicino. E voleva superarlo a tutti i costi: Pons era troppo aggressivo e pareva che guidasse oltre il limite. Nel racconto del pilota Suzuki, raccolto dal periodico francese Moto Revue nella clinica mobile, già allora gestita dal dottor Costa, si percepisce la sensazione di tragedia imminente. Rougerie temeva quello che sarebbe successo: in quattro giri aveva già visto Pons eccedere negli attacchi a Bernard Fau (Suzuki) e non voleva essere coinvolto in una caduta. Ma non ci fu nulla da fare. Pons perse aderenza nell’ennesimo attacco a Fau e la moto partì per la tangente. Rougerie tentò disperatamente di evitare il contatto, ma non ci fu nulla da fare e cadde anche lui. Non è certo, né importante, quale moto abbia colpito Pons alla testa, se la Suzuki di Rougerie o la sua Yamaha, sta di fatto che 48 ore dopo il pilota francese morì all’ospedale di Northampton, in Inghilterra. Rougerie aveva lasciato intendere che volesse ritirarsi, ma poi aveva continuato a correre. L’anno successivo anche lui perse la vita in un incidente analogo, a Rijeka, nel Gran Premio di Yugoslavia Classe 350: vittima di una banale scivolata, fu ucciso da una moto che sopraggiungeva.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA