Siamo stati al Raduno Internazionale Madonnina dei Centauri

Si è conclusa la tre giorni all’insegna della moto con sede nella ex caserma Valfrè e che dal 1946 si è svolta ogni anno senza interruzione. Puntuale come sempre è arrivato ad Alessandria il Raduno Internazionale Madonnina dei Centauri, che ha raggiunto in questo 2009 le 64 edizioni consecutive. Alla tradizionale sfilata della domenica hanno partecipato dodicimila moto, sotto la supervisione dei socio del MC Madonnina dei Centauri e delle Forze dell’Ordine. Quest’anno abbiamo partecipato anche n

Siamo stati al raduno internazionale madonnina dei centauri







Alessandria 13 luglio 2009
– Si è conclusa la tre giorni all’insegna della moto, che quest’anno ha avuto sede nella ex caserma Valfrè e che dal 1946 si è svolta ogni anno senza interruzione. Puntuale come sempre è arrivato ad Alessandria il Raduno Internazionale Madonnina dei Centauri, che ha raggiunto in questo 2009 le 64 edizioni consecutive. Non è un record come numero (alcuni moto club ne hanno organizzato un numero maggiore), ma come costanza si: nessuno in Italia ne ha mai fatti tanti senza interruzione. Un grande onore (e onere) per quello che oggi è un piccolo moto club: 200 soci o poco più. Soci che, durante la tradizionale sfilata della domenica, si trovano a gestire qualcosa come dodicimila moto, ovviamente con la collaborazione delle Forze dell’Ordine. Quest’anno abbiamo partecipato anche noi per osservare da vicino quella che, dopo la scomparsa del Raduno dello Stelvio, è diventata la più importante occasione di incontro per motociclisti in Italia. Gli appuntamenti di questa storica tre giorni, che da oltre 60 anni si svolge ad Alessandria, sono tradizionalmente tre. Nella giornata di sabato, alle 18.00, le autorità cittadine ricevono le delegazioni di tutti i moto club partecipanti. Non solo italiani, ovviamente. Chi ha fatto più strada, quest’anno, sono stati i norvegesi: quasi 4.000 km per raggiungere Alessandria. Ma c’erano anche tedeschi, svizzeri, spagnoli, francesi, austriaci. Alle 20.30 c’è la liturgia in memoria dei motociclisti caduti. Si svolge a Castellazzo (paese distante pochi km), dove sorge il santuario della Madonnina dei Centauri. La domenica, prima della grande sfilata per le strade di Alessandria, un rappresentante per ognuno dei Paesi partecipanti entra nel santuario della Madonnina in moto e riceve la benedizione dal Vescovo della città, che per questi tre giorni diventa il Vescovo dei Motocilcisti. Oltre a questi appuntamenti fissi, il MotoClub Madonnina dei Centauri Internazionali (MCMCI) ha organizzato, come sempre, nelle giornate di venerdì e sabato “giri enogatronomici” tra Piemonte, Lombardia e Liguria. La location scelta per il 2009 (Ex Caserma Valfrè) ha permesso anche di mettere in scaletta concerti rock ed esibizioni di freestyle (ospiti i ragazzi della DaBoot).

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA