Si è spento Francesco Villa

Pilota del mondiale, e creatore del marchio “Moto Villa” insieme al fratello Walter, Francesco Villa è morto all’età di 87 anni. Il motociclismo italiano perde un altro pezzo di storia. Sabato mattina a Modena l'ultimo saluto

1/6

Francesco Villa 

Dopo Giancarlo Morbidelli il motociclismo italiano perde un altro grande personaggio. Si è spento, all’età di 87 anni, Francesco Villa, pilota del motomondiale e fondatore, insieme ai fratelli, di “Moto Villa”. A darne l’annuncio è stata la pagina Facebook del marchio: “Da qualche ora Francesco ha raggiunto i suoi fratelli Walter, Alfonso e Romano”.

Classe 1933, secondo di sei fratelli di una famiglia di agricoltori, Francesco cominciò a lavorare nel 1955 in Ducati, in qualità di meccanico all'interno del reparto corse diretto dall'Ing. Taglioni. Già nel 1954 Francesco partecipò anche ad alcune gare motociclistiche con moto MI-VAL ottenendo buoni risultati. Il suo esordio fu nella gara in salita Maranello-Serramazzoni, dove arrivò secondo in 125; in breve tempo passò al ruolo di pilota Ducati, partecipando al Motogiro d'Italia e alla Milano-Taranto del 1955 con le 100 cc (secondo in entrambe le gare).

Nel 1958 fece la sua prima apparizione nelle classifiche del motomondiale, grazie al terzo posto ottenuto al Gran Premio motociclistico delle Nazioni a Monza in classe 125. La sua carriera nel Motomondiale continuò poi negli anni successivi, anche se in maniera non continuativa e in sella a diverse moto: Ducati, FB Mondial, Montesa e MV Agusta.

1/6

Francesco Villa 

Il 1968 segnò l'inizio della sua attività di costruttore in proprio con la fondazione della Moto Villa; Francesco aiutato dal fratello Walter realizzò una moto con motore monocilindrico 125 cc, con valvola rotante a cilindro verticale e raffreddamento ad acqua, denominato PR e con una potenza di circa 30 CV a 11.500 giri al minuto. Il 1969 fu un anno molto importante per la neonata Moto Villa che conquistò il Campionato Italiano Marche 125 cc Seniores.

Il 1972, con la partecipazione al solo GP di Modena, segnò il ritiro di Francesco Villa dalle competizioni. La sua occupazione principale diventò ormai quella di produttore di motociclette da fuoristrada (cross e regolarità), in quanto il susseguirsi di continue novità nei regolamenti dei campionati velocità divenne insostenibile per una casa costruttrice artigianale come la Moto Villa.

Nella sua carriera Francesco lavorò anche nel mondo auto, collaborando con la Oral Engineering dell'Ing. Mauro Forghieri e come motorista alla Lamborghini Engineering nella realizzazione dei motori 12 cilindri per la Formula 1.

Per chi vorrà rivolgere l'ultimo saluto a Francesco, potrà recarsi alle camere ardenti del Policlinico di Modena sabato mattina dalle 9,30 alle 14. Presso la Chiesa di Castelnuovo Rangone alle 15 sarà celebrato il rito funebre al termine del quale Francesco verrà accompagnato presso il cimitero locale.

Dalla Redazione di Motociclismo le più sentite condoglianze alla famiglia e agli amici di Giancarlo.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA