17 December 2008

Se la moto spinge l’auto: Honda “La moto ha sempre sostenuto l’azienda nei momenti di crisi del mercato”

Takeo Fukui (nella foto), presidente Honda ha analizzato i dati delle vendite: emerge che il settore moto è in positivo del 12%, con 15,13 milioni di veicoli nel 2008, contro i 13,48 del 2007. L'incremento è dovuto ai mercati dei Paesi emergenti (Asia e Sudamerica). U.S.A. ed Europa calano. Ma, mentre la produzione automobilistica subisce tagli, quella delle moto resta invariata.

Se la moto spinge l’auto: honda “la moto ha sempre sostenuto l’azienda nei momenti di crisi del mercato”






Tokio (GIAPPONE) 17 dicembre 2008
–  Takeo Fukui (nella foto), presidente e CEO della Honda, ha una tesi ben precisa che si legge nella relazione del consiglio di amministrazione, riunitosi nella mattina: “La storia dimostra che la vendita di moto mantiene volumi elevati anche nei momenti in cui il mercato è ostile a causa della crisi, inoltre è un punto forza dell’azienda che ha sempre supportato Honda nei momenti di difficoltà. I consumatori hanno dimostrato un rinnovato interesse per le due ruote, valutandone la convenienza sui percorsi quotidiani, per i bassi consumi di carburante, nel momento del caro-benzina. In più hanno ritenuto buono il rapporto tra costi di manutenzione e servizio, costi di possesso e frequenza di utilizzo”. Per questo, mentre la produzione di auto, nel 2009, subirà un ulteriore taglio di 54.000 vetture destinate al mercato giapponese, dopo i tagli già fatti a partire dalla seconda metà del 2008 sui mercati nordamericano, europeo e giapponese (per l’eccedenza di vetture negli stock), le catene di montaggio delle moto non freneranno la loro corsa.

A sostegno dell’analisi di Fukui vi sono i dati delle vendite, che evidenziano una crescita del 12% sul totale nel segmento delle due ruote: 15,13 milioni nel 2008, contro i 13,48 del 2007. Tuttavia il presidente della Casa dell’ala dorata è onesto nel dire: “Persino nei mercati emergenti dell’Asia e del Sudamerica – che hanno influito positivamente sul bilancio annuo delle vendite n.d.r. -  le vendite complessive riferite alla seconda metà dell’anno hanno registrato un calo, per via della crisi finanziaria”.

Il fatto che Honda punti molto sulla moto implica principalmente due cose: in primo luogo difficilmente potrà ritirarsi dal Motomondiale, come qualcuno ha sostenuto ed il presidente dell’associazione costruttori ha smentito. Secondo, come lo stesso Fukui dichiara: “Honda presenterà a gennaio 2009 il nuovo modello di Wave 100, la moto che ha avuto grande successo in sette stati dell’Asia, con oltre 2,6 milioni di veicoli venduti all’anno. Il Wave 100 sarà presentato anche in altri stati asiatici, a cominciare dalla Tailandia. Entrò due anni Honda immetterà sul mercato una moto a zero emissioni, alimentata a batteria, perchè la batteria si è rivelata particolarmente efficace applicata all’utilizzo urbano, sulla moto piuttosto che sull'auto”.

Mercato Moto

2007
2008
Gennaio-Dicembre
Result
Gennaio-Dicembre
Previsioni
Variazione percentuale
Dati vendite mercato mondiale
13.476.000
15.125.000
+12%
  Nazionale
331
248.000
-25%
  Estero
13,145
14.877.000
+13%
    Nord America
470
402.000
-14%
    Sod America
1,534
1.732.000
+13%
    Europa, Medio Oriente e Africa
377
344.000
-9%
    Asia e Oceania
9,596
11.042.000
+15%
    Cina
1,166
1.354.000
+16%
Dati Produzione mondiale
13,658
15.396.000
+13%
  Nazionale
482
354.000
73%
  Esera
13,176
15.042.000
14%
















I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA