di Nicolas Patrini - 21 ottobre 2019

Scott Redding: dalla MotoGP al trono della British Superbike

L’ex pilota MotoGP ha conquistato il titolo BSB alla prima stagione. Nel 2020 approderà nel Mondiale Superbike, dove è chiamato a ripetere il successo e a sostituire Alvaro Bautista sulla Panigale V4 R ufficiale

1/11

Dopo quattro anni in MotoGP, Scott Redding era stato “scaricato” e senza alternative nel Motomondiale aveva accettato la proposta arrivata dal Regno Unito, dove il Team Be Wiser PBM gli ha consegnato la sella della Panigale V4 R. Una scelta obbligata e mal digerita dal pilota inglese, deluso dall’addio a un palcoscenico che non gli aveva dato le giuste occasioni.

“Hanno licenziato me per prendere Iannone, pagato a peso d’oro, per poi vederlo assente in una giornata di test a causa di un intervento di chirurgia estetica. Detto questo, è fantastico approdare in BSB. È un campionato nel quale non ho mai corso e devo imparare bene i circuiti, le gomme e la moto. Tutto ciò sarà parte della mia sfida, che non vedo l’ora di affrontare. Sono molto contento di salire in sella ad una moto competitiva, nel team con più successi nella categoria, e sono pronto a dimostrare quello che so fare”. Aveva detto, senza troppi veli, circa un anno fa.

Da quel momento, però, tutto è cambiato. Circuiti, piloti da affrontare, moto, preparazione del week end. Tutte cose che hanno stimolato un pilota dalla grande voglia di riscatto. Infatti, con talento e costanza, durante il week end, Redding ha coronato una stagione da primo della classe: 11 vittorie e 9 podi, quanto basta, quest’anno, per aggiudicarsi il titolo. La lotta per la corona è durata fino all’ultimo round stagionale, quello al Brands Hatch Circuit, dove se l’è vista principalmente con il compagno di team, Josh Brookes. In questo momento Redding sta festeggiando, ma ad aspettarlo c’è un’altra grande sfida, quella del Mondiale Superbike (qui trovate cosa aveva dichiarato al momento dell’ingaggio).

"Lo scorso anno - ha detto dopo la vittoria - volevo smettere. In questo momento mi rendo conto di quanto valga non mollare".

Il prossimo 13 novembre lo vedremo in sella, accanto a Chaz Davies, sulla Panigale V4 R del team WSBK. Per Redding, quella del 2020 sarà un’altra battaglia personale per dimostrare il proprio valore e onorare le aspettative che la Casa di Borgo Panigale ripone in lui.

1/8 Scott Redding
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli