Laguna Verde: Sykes in pole

WSBK Laguna Seca 2016: risultati e classifica della Superpole. Sykes eguaglia il primato di Corser, Rea beffato all'ultimo; Giugliano fa "pace" con il circuito. Davies e Hayden veloci ma non basta.  Bene Forès, Savadori e Canepa buona la prima 

SP1: Camier senza problemi, VD Mark fa fatica ma passa

Fabio Menghi, in seguito alla caduta nelle prove libere, ha riportato forti dolori alla spalla. È stato visitato dai medici, ed è stato dichiarato non idoneo a prendere parte all’evento. 

Parteciperanno invece i seguenti piloti: Van Der Mark, De Angelis, Camier, Abraham, De Rosa, West, Brookes, Ramos, Schmitter, Al Sulaiti, Szkopek, Schmitter, Sebestyen e Vizziello.
 
Con la bandiera verde che permette ai piloti di entrare in pista, escono tutti e subito; l’ultimo ad uscire è Camier, che sembra abbia voluto aspettare che i piloti uscissero prima di lui in modo da avere la pista libera. Camier si porta in testa alla classifica dopo il primo giro: 1’24”134, ben 290 millesimi più veloce di West, che ottiene il 2° tempo alla seconda tornata. De Angelis è 3°, De Rosa 5° davanti a Van Der Mark.
 
Leon Camier si migliora: 1’24”029 al suo terzo giro veloce! Nessuno degli altri piloti si migliora sensibilmente, e dopo 6 minuti i protagonisti rientrano ai box per il primo cambio gomme. Soltanto Brookes, De Rosa, Abraham, Szkopek, Schmitter e Sebestyen sono ancora in pista, ma essi rientrano quando mancano 7 minuti alla bandiera a scacchi.
 
A 3 minuti dal termine Camier, West e Van Der Mark girano con caschi rossi. Al termine dei rispettivi giri: Camier consolida la leadership grazie ad un 1’23”545, West è 2° con 583 millesimi di ritardo, mentre VD Mark è 3° a soli 3 millesimi dall’australiano. Nel frattempo arriva la caduta di Al Sulaiti, che termina la sua sessione senza problemi fisici.

De Angelis è seguito a ruota da Van Der Mark: l’olandese ringrazia e si porta al 2° posto (+0”011) davanti al sanmarinese (+0”116). Alla curva 11, De Rosa scivola, riesce comunque a risalire in sella ma ormai non fa in tempo a migliorare il suo 7° crono.

Con la fine della sessione di FP1, sono Leon Camier e Michael Van Der Mark a passare in SP2. Le caselle dalla 13 alla 23 saranno occupate dai seguenti piloti: De Angelis, West, Brookes, Ramos, Abraham, De Rosa, Schmitter, Al Sulaiti, Szkopek, Sebestyen e Vizziello.   

SP2: Rea e Sykes in sella ai "Mostri della Laguna"

Oltre a Camier e Van Der Mark, ecco i piloti che combatteranno per le prime 4 file della griglia: Davies, Rea, Hayden, Sykes, Lowes, Giugliano, Torres, Savadori, Forès e Canepa.

Con la bandiera verde, l’ultimo pilota ad uscire dalla pit lane è Davide Giugliano. Dopo il primo giro, Jonathan Rea stacca un ottimo 1’23”548, ma Lowes è ancora meglio: 1’23”504. Giugliano si porta al secondo posto provvisorio.

Jonathan Rea al secondo giro stacca un 1’23”141 che detta il tempo di riferimento della sessione. Alle sue spalle ci sono Tom Sykes (+0”285) e Chaz Davies (+0”341), che nell’ultimo settore perde parecchio tempo. Ad 8 minuti dalla fine, i piloti rientrano ai box. La top 3 è sempre composta da Rea, Sykes e Davies, con Lowes che completa una top 4 tutta britannica. Seguono: Giugliano, Torres, Hayden, Savadori, Van Der Mark e Camier che chiude la top 10. 11° Forès, 12° Canepa. Si precisa che Camier, Van Der Mark, Hayden e Torres hanno (fino ad ora) effettuato 4 giri, Giugliano solo 2, tutti gli altri ne hanno effettuati 3.

A 5 minuti dalla bandiera a scacchi, è Van Der Mark ad aprire questa “ultima danza” valida per ottenere la Superpole. Tutti i piloti montano gomme da tempo, e la classifica sarà sicuramente rivoluzionata. Van Der Mark rischia grosso in entrata alla penultima curva, e perde molto: 3° tempo provvisorio per lui (1’23”455).

Davies è il primo ad abbattere la barriera del minuto e 23 secondi (1’22”937), Rea è velocissimo e stacca un incredibile 1’22”210, ma Sykes non resta a guardare e affonda il colpo decisivo: 1’22”155! Tom Sykes è l’unico pilota, insieme a Troy Corser, ad aver ottenuto più di una pole position a Laguna Seca. Con la bandiera a scacchi, Giugliano trova il 3° tempo (1’22”479), mettendosi tra il duo Kawasaki e il suo compagno di squadra Chaz Davies (+0”541 da Sykes), che apre la seconda fila. Per Giugliano è un ottimo risultato, visto che lo scorso anno è stato vittima di una caduta che ha compromesso il resto della stagione 2015. 5° tempo per un ottimo Xavi Forès (+0”824), che precede il “Mostro della Laguna” Nicky Hayden (+0”833), un po' sotto le aspettative. Terza fila aperta da Jordi Torres (+0”930) e completata dai nostri Lorenzo Savadori (8° a +0”941) e Niccolò Canepa (9° a +0”943). Chiude la top 10 Sam Lowes (+0”961), con Van Der Mark (11°) e Leon Camier (12°) che lo seguono in quarta fila con un distacco di oltre 1,3 secondi dal tempo di Sykes.
 
Trovate qui gli orari per Gara 1, e ricordatevi di partecipare al nostro FantaMOTOCICLISMO, il gioco in cui si fa il pronostico sui primi 5 in classifica e, se alla fine dell’anno di è i migliori, si guadagna la possibilità di diventare tester di Motociclismo per un giorno.

WSBK 2016, LAGUNA SECA: GRIGLIA DI PARTENZA

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA