SBK: a Sepang arrivano West e Scassa (che fa anche Donington). Out Guintoli

Baiocco abbandona il Mondiale Superbike per far fronte al suo iniziale impegno, ovvero il CIV SBK; al suo posto nel team VFT Racing arriva Luca Scassa, in attesa che Fabio Menghi si riprenda. Anthony West viene convocato da Pedercini per sostituire Lucas Mahias, che a sua volta sostituiva Sylvain Barrier. Sylvain Guintoli non è in forma per correre a Sepang e si prepara per il round successivo

Baiocco al CIV, il team VFT chiama Scassa

Il Mondiale Superbike sarà impegnato questo fine settimana per la trasferta a Sepang, Malesia, dove si correrà il 6° round del Campionato 2016. Dal Team VFT arriva la notizia che Matteo Baiocco non potrà partecipare alla gara in quanto sarà impegnato per il primo appuntamento del CIV; il “Baiox” aveva già preso questo impegno prima che iniziasse il Mondiale. Fabio Menghi non è ancora in forma: i medici non gli hanno ancora dato l’ok per correre, e hanno stabilito il suo rientro per la gara di Misano. Valerio Menghi, team manager del VFT Team nonché padre di Fabio, ha deciso di chiamare in causa un altro esperto pilota italiano che sostituisca il figlio per le prossime due gare. Con la medesima filosofia che ha portato all’ingaggio di Baiocco (ossia un pilota italiano su una moto italiana in un team italiano), il team manager ha deciso per Luca Scassa, vista anche la sua (seppur breve) esperienza nel 2015 in sella alla Ducati Panigale dell’infortunato Davide Giugliano. "Sostituire un pilota della Superbike infortunato non è mai stato il mio primo obiettivo e mai lo sarà, soprattutto perché ho avuto lo stesso incidente di Fabio nella stessa pista, sebbene meno grave, però ho saltato delle gare anche io per rotture di bacino e femore, quindi so benissimo come si sta” ha dichiarato il 32enne di Arezzo. “Sono contento di poter guidare la Ducati per il team VFT Racing. Sicuramente la gara della Malesia un po' per le condizioni atmosferiche ed il fatto di non aver mai lavorato con il team non sarà una delle nostra gare migliori, ma ce la metterò tutta lo stesso. Dopo però ci sarà Donington, una pista che mi piace molto, lì ho vinto 5 anni fa con la Supersport, e quindi se riusciamo a trovare un buon feeling con la moto potremo fare bene. La squadra è seguita anche da tecnici Ducati quindi sono molto fiducioso e spero di portare il massimo aiuto al team per ben figurare al mondiale nelle prossime due gare. Ringrazio la famiglia Menghi, il team VFT Racing e gli sponsor che mi daranno una mano durante queste gare. Sono guarito da tutti i miei acciacchi passati, darò il massimo, e spero di girare pagina del libro e ricominciare a scrivere un nuovo capitolo ".

Guintoli non se la sente, ritornerà a Donington

Dal Team Crescent Pata Yamaha arrivano notizie su Sylvain Guintoli, ma non quelle che ci saremo aspettati: l’alfiere della Casa dei Tre Diapason, in seguito alla brutta caduta in qualifica ad Imola, non se la sente di prendersi più rischi del dovuto e ha deciso di saltare il Gran Premio della Malesia. La violenta caduta di due settimane fa non ha riportato lesioni importanti, ma per Guintoli è stata una delle peggiori cadute della carriera (come egli stesso ha dichiarato), e sicuramente il caldo umido, le alte temperature e l’elevato sforzo fisico necessario per essere competitivi a Sepang non sarebbero d’aiuto al suo recupero. Considerato che Sylvain Guintoli ha confermato di prepararsi per il round di Donington (28 e 29 Maggio), il Team non è propenso a trovare un sostituto del pilota francese e si presenterà in Malesia solo con Alex Lowes. Per Yamaha si tratta di un 2016 assai sfortunato, se si considerano anche gli infortuni di Russo e Marino in STK1000

West all'esordio nella WSBK

Anthony West, che ha corso come Wild Card a Phillip Island concludendo 3°, sarà in sella alla Kawasaki ZX-10R del Team Pedercini. Sylvain Barrier, pilota ufficiale, è ancora in convalescenza dopo la brutta caduta di Aragon, mentre Lucas Mahias ha avuto problemi alle vertebre due settimane fa ad Imola. Per West, che ha corso per molti anni nel Motomondiale (125, 250, 500, MotoGP, Moto2; migliori risultati sono la vittoria in 250 ad Assen nel 2003 e quella in Moto2 sempre ad Assen ma nel 2014), si tratta della prima occasione di correre nel Mondiale Superbike, sebbene in sella ad una derivata di serie da 1.000 cc ci sia salito recentemente: due mesi fa ha gareggiato nell’Australian Superbike come sostituto di un pilota infortunato, terminando sul podio in entrambe le gare. Il pilota 34enne di Maryborough non saliva su una Kawasaki dal 2008, anno in cui era pilota ufficiale in MotoGP e guidava il prototipo ZX-RR. 
Nei campionati mondiali delle derivate di serie, West vanta due vittorie in Supersport: a Silverstone e Misano nel 2007 con la Yamaha.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA