SBK 2013: Davide Giugliano vola in pole a Mosca

Prima pole in Superbike per Davide Giugliano che sul circuito russo, finalmente asciutto, porta la sua Aprilia davanti a Chaz Davies e Eugene Laverty. Colpo di scena con Tom Sykes che finisce a terra nei minuti finali

Sbk 2013: davide giugliano vola in pole a mosca

La pioggia aveva guastato “la festa” alle Q2 di questa mattina, ma ora i protagonisti della Superbike tornano tra i cordoli del circuito moscovita per fare sul serio con la Superpole. La pista si presenta asciutta ma di sicuro non fa caldo, considerando i 17° dell’aria e le nuvole in cielo. La sfida che decide le posizioni in griglia anticipa lo show della gara di domenica (qui tutti gli orari TV) un appuntamento importante, soprattutto se partecipate al nostro gioco, FantaMOTOCICLISMO. Azzeccando i vincitori delle gare SBK e MotoGP, potrete diventare tester di Motociclismo per un giorno. Per partecipare, cliccate sul pulsante arancione.



SUPERPOLE 1
Tornando in pista, si comincia con la SP1, cercando subito la migliore prestazione per scongiurare il pericolo pioggia. Il maestro dei giri secchi è il solito Tom Sykes che, al primo giro lanciato, va a stampare 1’35”400. Il grande feeling dell’inglese è confermato anche dal miglioramento costante che gli permette di scendere in fretta sotto l’ 1’35. Prova a stargli in scia Davide Giugliano, seguito da Chaz Davies. Con distacchi decisamente contenuti, ,molti piloti cominciano già a sfruttare le gomme da tempo per non rischiare. Tra questi c’è Leon Camier che si porta secondo, alle spalle del connazionale e davanti a Carlos Checa che, grazie alle coperture morbide, fa un bel balzo in avanti in classifica. Negli ultimi minuti, finisce a terra Michel Fabrizio che deve abbandonare la Superpole.

SUPERPOLE 2
La seconda sessione inizia con quasi tutti i piloti in pista con gomme da tempo. C’è grande curiosità riguardo alle prestazioni di Sykes con le coperture da qualifica, unico pilota a non averle utilizzate in SP1 insieme a Chaz Davies, Marco Melandri e Davide Giugliano. L’inglese sazia subito la curiosità andando a stampare un ottimo 1’34”546 al primo passaggio valido. Giugliano torna a rispondergli con il secondo tempo, staccato però di oltre 7 decimi. Troppi per restare là davanti. E infatti, negli ultimi istanti del turno, Davies si porta secondo seguito da Checa e Melandri. Restano esclusi dall’ultima sessione Leon Camier, Max Neukirchner e Loris Baz.

SUPERPOLE 3
Ultimi minuti per stabilire la griglia di partenza con nove piloti in pista. Il colpo di scena più grosso lo offre negli istanti iniziali Tom Sykes che si “stende” al primo giro. L’inglese si ritrova nella ghiaia e non riesce più a tornare in pista, rovinando una Superpole che sembrava aver già prenotato. Problemi anche per Davide Giugliano che rimane fermo ai box a lungo. Con la caduta di Tom, lo scenario della SP3 viene stravolto. Ne approfitta inizialmente Chaz Davies che si porta davanti con 1’34”833 ma ben presto deve cedere il passo a Giugliano. Il romano, finalmente in pista, stampa subito 1’34”676, un tempo che gli vale la prima pole in Superbike e più di una garanzia in ottica gara. Eugene Laverty chiude la prima fila, portando la sua Aprilia ufficiale, un po’ in affanno qui a Mosca, in terza posizione. Parlando di moto italiane, Carlos Checa non riesce a portare la sua 1199 Panigale R oltre la sesta posizione: lo spagnolo sembra più a suo agio ma la Ducati paga troppi km/h sul lungo rettilineo del circuito russo.

Appuntamento a domani con le gare (orari TV).

Mosca – Mondiale SBK 2013: griglia di partenza
1. Davide Giugliano (Althea Racing) Aprilia RSV4 Factory 1'34.676

2. Chaz Davies (BMW Motorrad GoldBet SBK) BMW S1000 RR 1'34.833

3. Eugene Laverty (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 1'34.934

4. Jonathan Rea (Pata Honda World Superbike) Honda CBR1000RR 1'35.058

5. Marco Melandri (BMW Motorrad GoldBet SBK) BMW S1000 RR 1'35.115

6. Carlos Checa (Team Ducati Alstare) Ducati 1199 Panigale R 1'35.220

7. Jules Cluzel (Fixi Crescent Suzuki) Suzuki GSX-R1000 1'35.256

8. Sylvain Guintoli (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 1'36.113

9. Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) Kawasaki ZX-10R 1'34.546

10. Leon Camier (Fixi Crescent Suzuki) Suzuki GSX-R1000 1'35.761

11. Max Neukirchner (MR-Racing) Ducati 1199 Panigale R 1'35.788

12. Loris Baz (Kawasaki Racing Team) Kawasaki ZX-10R 1'36.033

13. Leon Haslam (Pata Honda World Superbike) Honda CBR1000RR 1'36.069

14. Ayrton Badovini (Team Ducati Alstare) Ducati 1199 Panigale R 1'36.286

15. Michel Fabrizio (Red Devils Roma) Aprilia RSV4 Factory 1'36.329

16. Federico Sandi (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 1'38.048

17. Vittorio Iannuzzo (Grillini Dentalmatic SBK) BMW S1000 RR 1'39.079

18. Lorenzo Savadori (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 1'39.504

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA