SBK 2011: Positivo il primo Test BMW Motorrad Italia Superbike Team a Portimao

La scuderia satellite della Casa di Monaco nel Mondiale Superbike ha completato a Portimao il primo test con i piloti James Toseland e Ayrton Badovini.

Sbk 2011: positivo il primo test bmw motorrad italia superbike team a portimao

Portimao (PORTOGALLO) – Il BMW Motorrad Italia Superbike Team, scuderia satellite della Casa di Monaco nel campionato iridato delle derivate di serie, ha completato i primi test stagionali sul circuito portoghese. Il lavoro, naturalmente, non si è concentrato sulla ricerca dei tempi, bensì sulla messa a punto generale delle BMW S 1000 RR con cui correranno Ayrton Badovini e James Toseland nella prossima stagione. Le due moto sono allestite da BMW Italia, in collaborazione con la Casa madre tedesca. Sono state preparate in pochi giorni, spiega il team manager della squadra Serafino Foti, che aggiunge: “Abbiamo cominciato a lavorare sulla moto solo un mese e mezzo e abbiamo fatto un grosso sforzo per essere pronti al test di Portimao. Siamo abbastanza soddisfatti della risposta della moto che evidentemente è ancora da sgrossare, visto che è stata messa in pista per la prima volta qui in Portogallo. La pista a causa del nubrifragio di ieri era molto sporca ma a noi serviva percorrere chilometri senza tenere gran conto dei tempi”. Infatti, i piloti hanno verificato le scelte fatte dai tecnici per la distribuzione dei pesi e la regolazione delle sospensioni. Poi hanno provato diverse mappature dell’elettronica. Infine hanno cercato la maggior personalizzazione possibile delle moto, per adattarle al loro stile di guida. Tutto questo è stato fatto macinando numerosi chilometri, che sono serviti a raccogliere dati sufficienti per consentire ai tecnici di ultimare la preparazione delle due superbike, al rientro in Italia, prima dei test ufficiali della SBK, che si terranno a gennaio a Portimao, con tutte le squadre in pista.

 

Ha girato a Portimao anche Lorenzo Zanetti, che nella stagione 2011 prenderà il posto di Badovini nella Classe Superstock, per difendere il titolo iridato conquistato da BMW nel 2010.

 

Ha detto Toseland: “Il pacchetto è molto buono. Il motore ha una buona potenza e stiamo lavorando per ottenere un’erogazione più omogenea. Il punto di forza della moto mi sembra la ciclistica, che fornisce un'ottima risposta nei cambi di direzione. Ci siamo occupati del set up delle sospensioni, della distribuzione dei pesi e la moto risponde molto bene alle modifiche. Dobbiamo, comunque, lavorare per mettere a punto l’insieme. Il team poi è fantastico e molti uomini sono gli

stessi con i quali abbiamo vinto il titolo nel 2004”.

 

Per Badovini è impressionate “la professionalità della squadra, che peraltro era già nota. La moto è costruita bene ma, ovviamente, è da raffinare. Abbiamo già visto dei particolari sui cui intervenire e sono sicuro che nella seconda uscita a fine gennaio le cose andranno ancora meglio”.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA