SBK 2011, Assen: Checa il favorito, Melandri insegue

Carlos Checa resta il favorito ma Max Biaggi farà di tutto per recuperare punti importanti per il Mondiale. E gli altri italiani?

Sbk 2011, assen: checa il favorito, melandri insegue

4.555 chilometri, 11 curve a sinistra e 6 a destra: terza tappa per il Mondiale Superbike che si trasferisce in Olanda sul circuito di Assen nel prossimo fine settimana. Leader attuale del Campionato è il veterano Carlos Checa che guida la classifica con 91 punti, ben 19 davanti al secondo, Marco Melandri, e 38 di vantaggio su Leon Haslam. Quarto è Max Biaggi, campione in carica, che per il momento non è ancora riuscito a replicare il potenziale espresso nel 2010.

 

"Qui l'anno scorso abbiamo avuto qualche problemino– ha dichiarato Max Biaggi -più che altro durante la Superpole, anche se devo dire che il tracciato mi piace. Rispetto alla scorsa stagione, mi aspetto di essere più competitivo fin da subito. Sarà importante lavorare bene nei turni di prove per presentarsi al meglio nelle due gare di domenica. Specialmente in caso di pioggia, è vitale partire davanti. Abbiamo perso qualche punto nelle prime due gare, qui ad Assen dobbiamo puntare al miglior risultato possibile. Parto motivato, con tanta voglia di tornare in moto e di vivere in pieno il week end di Assen".

 

Da tenere d’occhio Marco Melandri che attualmente è in seconda posizione all’esordio nella categoria delle derivate dalla serie e sta dimostrando di avere le carte per giocare in attacco.

 

Ancora nelle retrovie, invece, un altro pilota italiano, Michel Fabrizio: "Tanti sono i piloti che parlano bene del circuito di Assen, ma per quanto mi riguarda non è mai stato un terreno di caccia favorevole - non dal 2006 in avanti. Non so il motivo per cui questo tracciato non mi sia mai andato a genio come ad altri, non c'è stato quel 'click', per qualche ragione. C'è da tenere a mente il fatto che, dopo tre stagioni trascorse in Ducati, quest'anno corro con una quattro cilindri. Questo fatto potrà giocare un ruolo importante e spero che la moto si adatterà bene al tracciato, permettendomi di guidare al meglio. Il livello di competitività è molto elevato quest'anno e in molte occasioni una frazione di secondo è abbastanza per far la differenza tra la prima fila e la terza. Penso che questa sia la stagione più dura di tutta la storia del Mondiale Superbike, ma a me piacciono le sfide. Non mi tiro indietro quando c'è da lottare e ho intenzione di migliorare i risultati dello scorso anno”.

 

Gli altri italiani in pista saranno Ayrton Badovini del BMW Motorrad Italia Superbike Team che qui l’anno scorso ha vinto nella Superstock e Roberto Rolfo, reduce dalla vittoria a Misano nel CIV categoria Superbike.

 

CLICCA PER GLI ORARI DELLA PROGRAMMAZIONE IN TV

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA