Ryan Dungey lascia Suzuki. Voci sul suo passaggio alla KTM

Con Suzuki nel Supercross 2012 resta l’attuale pilota sotto ingaggio: l’australiano Brett Metcalfe. Invece, se ne va il grande Ryan Dungey, che, secondo le voci, sarebbe pronto a fare il salto alla KTM.

Ryan dungey lascia suzuki. voci sul suo passaggio alla ktm

 

Milano – Ryan Dungey lascia Suzuki. Lo ha annunciato la Casa costruttrice con un comunicato ufficiale, diffuso lunedì 12 settembre. L’unico portacolori di Hamamatsu nel campionato AMA Supercross 2012 sarà l'australiano Brett Metcalfe, attualmente già in squadra e confermato per la prossima stagione. Nel comunicato si legge pure che supporterà Dungey ancora per la sola gara del Motocross delle Nazioni (MXoN), ma il rapporto si interromperà subito dopo.

 

I rumors del paddock danno il futuro di Dungey in arancio. Lì ritroverebbe il team manager Roger De Coster al quale Dungey è legato da un rapporto molto stretto e con il quale Ryan ha vinto il primo titolo Supercross nel 2010. Se la notizia fosse ufficializzata, KTM si ritroverebbe con una squadra molto forte anche negli Stati Uniti, potendo contare su l'accoppiata Roczen-Musquin per la Lites e su Dungey per la classe regina. Con tutta probabilità Dungey sarà in sella alla nuova 350 su cui KTM sta incentrando tutto l'impegno sportivo. Tutto sarà svelato al termine del Motocross delle Nazioni di scena questo fine settimana. Intanto le voci dicono che si vedrà Dungey in sella alla KTM già alla Monster Energy Cup di Las Vegas (15 ottobre 2011).

 

Il rapporto di Dungey con la Suzuki durava dal 2005. Quell’anno De Coster offrì al pilota statunitense del Minnesota l’opportunità di provare la Suzuki RM-Z250 e Dungey fece faville, nonostante fosse solo un amatore, aiutato dal programma per i giovani della Casa di Hamamatsu. I manager, bene impressionati, lo fecero passare fra i professionisti e da allora Dungey, con la Suzuki, ha ottenuto una lunga serie di vittorie e titoli: Supercross Lites Costa Ovest nel 2009, Supercross e Motocross nel 2010 (doppietta nella stagione da debuttante, prima volta nella storia) e qualche vittoria al MXoN.

 

Nel Supercross di quest’anno, Dungey non era più soddisfatto della sua Suzuki, affetta da numerosi problemi tecnici, che gli hanno precluso la possibilità di difendere il titolo SX da lui conquistato nel 2010 e andato all’avversario Villopoto a fine stagione 2011.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA