Rossi 17° a Jerez: “Mi aspettavo di andar meglio, mi sento abbastanza triste”

Ennesima gara no per Valentino Rossi, con il GP di Jerez chiuso al 17esimo posto. Al termine della gara in Spagna il Dottore spiega la situazione in cui si trova e si dice triste per i suoi risultati

1/24

Quattro gare disputate e solo quattro punti mondiali conquistati. Questo quanto ottenuto finora da Valentino Rossi nell'avvio di mondiale MotoGP 2021. Dopo la caduta di Portimão, quella di Jerez è stata un’ennesima gara da dimenticare per lui: partito 17esimo il Dottore ha chiuso il GP nella medesima posizione.

Queste le parole di Valentino al termine del GP: “Sulla carta è tutto molto simile al 2020. La moto non è la stessa, dovrebbe essere migliore, ma per qualche ragione io sono più lento dell’anno scorso. Anche le gomme sono le stesse, ma non riusciamo a trovare il grip. In MotoGP da un anno all’altro le prestazioni cambiano e tutto varia velocemente”. Ai microfoni di Sky Rossi ha aggiunto: “È stata una gara difficile, dopo un weekend difficile. Più o meno in gara giravo come giravo nelle prove. All’inizio, con il pieno, facevo molta fatica anche a fermarmi. Poi sono migliorato un po’. Stavo lottando con le KTM, con Lecuona, ho cercato di guidare al meglio per prendere qualche punto. Però quando ho provato a passarlo sono andato largo e mi hanno passato lui e mio fratello. Quindi non sono arrivato neanche a prendere punti. È stata dura, è un inizio di stagione molto difficile. Sapevo che sarebbe stato difficile lottare per vincere, però mi aspettavo di andar meglio. Stiamo facendo molta fatica. I risultati sono la cosa più importante nello sport, quindi quando non arrivano mi sento abbastanza triste. Pensavo di essere più competitivo. Dobbiamo cercare di fare il massimo, cercare di lavorare, provare altre cose per trovarmi meglio con la moto, per provare ad esprimere meglio la mia guida

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli