Roma: sgominata la banda di moldavi che rubava moto

I ladri seguivano i malcapitati motociclisti fino sotto casa poi, nelle ore notturne, caricavano le moto su un furgone e le depositavano in un box di via Collatina. Le due ruote venivano poi smontate e inserite nel circuito di vendita clandestino

Roma: sgominata la banda di moldavi che rubava moto

Solo qualche giorno fa vi abbiamo riproposto un video proveniente dall’Inghilterra, dove le moto non sono rubate, ma servono a rubare. Questa volta però torniamo in Italia, per la precisione a Roma, dove si è verificato l’ennesimo episodio di furto ai danni di motociclisti. Ma la banda di moldavi responsabili deifurti è stata sgominata dalla Squadra Investigativa del Commissariato “Prenestino”, diretto dal Dr. Mauro Fabozzi. I quattro ladri, accusati di furto e numerosi altri reati, avevano messo su una rete di vendita destinata al mercato clandestino estero. Per rubare le moto pedinavano i proprietari, poi nella notte entravano in azione con il furgone, caricando la moto e trasportandola in uno dei box che affittavano a questo scopo. Nell’arco di tre mesi gli investigatori hanno rintracciato dodici moto di alta gamma, tre autocarri che i malviventi utilizzavano per il trasporto dei mezzi rubati, un motore fuoribordo per yacht, materiale edile per il valore di 10.000 euro e vari arnesi utilizzati per lo scasso. Il valore dei veicoli sequestrati si aggira intorno ai 100.000 euro, senza considerare l’incalcolabile numero di moto già smontate ed inserite nel circuito clandestino.

 

È sempre difficile arginare certi comportamenti, ma con un po’ di attenzione e l’uso di alcuni deterrenti possiamo cercare di scoraggiare i malintenzionati. Altre volte, come in questo altro  questo video proveniente da Londra, un po' di... energia non guasta. 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA