03 June 2012

Risultati MotoGP in Catalunya: Lorenzo domina

Dopo la solita partenza fulminea di Pedrosa e una lunga fase di studio, Jorge Lorenzo a 6 giri dalla fine decide che è ora di vincere e lo fa. Dovizioso 3°, Stoner giù dal podio, Valentino così così

Risultati motogp in catalunya: lorenzo domina

 

 

MotoGP 2012: GP Catalunya - risultato gara

1 Jorge LORENZO SPA  Yamaha 164,4 43'07.681
2 Dani PEDROSA SPA  Honda  164,1 +5.003
3 Andrea DOVIZIOSO ITA  Yamaha 163,8 +9.361

4 Casey STONER AUS  Honda  163,8 +9.544
5 Cal CRUTCHLOW GBR  Yamaha 163,6 +12.506
6 Alvaro BAUTISTA SPA  Honda  163,5 +13.948
7 Valentino ROSSI ITA  Ducati  163,3 +17.555
8 Stefan BRADL GER  Honda  162,9 +23.478
9 Nicky HAYDEN USA  Ducati  162,5 +30.410
10 Ben SPIES  USA  Yamaha 162,3 +32.897
11 Hector BARBERA SPA  Ducati  162,1 +36.144
12 Karel ABRAHAM CZE  Ducati  160,9 +56.229
13 Aleix ESPARGARO SPA  ART  160,2 +1'08.054
14 Michele PIRRO ITA  FTR  160,1 +1'08.775
15 Randy DE PUNIET FRA  ART  160,0 +1'10.483
17 Mattia PASINI ITA  ART  159,4 +1'20.903
19 Danilo PETRUCCI ITA  Ioda  158,2 +1'41.207

 

La gara in Catalunya si risolve in un finale che sembra totalmente nelle mani di uno Jorge Lorenzo decisamente in palla. Appena il maiorchino decide di andare via (a 6 giri dalla fine), Pedrosa non è più in grado di resistergli. C’entra la tattica di gara, c’entrano le gomme (Lorenzo le morbide, Dani le dure, come Stoner, Abraham e De Puniet), c’entra una guida molto rotonda ed equilibrata e c’entra una Yamaha in grado di consentire a Lorenzo di accelerare prima e meglio in uscita di curva.

 

Dani e Ben allo start
La partenza aveva visto proprio Pedrosa scattare come al solito a razzo, con l’inserimento di un determinatissimo Ben Spies del tutto intenzionato a cancellare con un bel risultato un inizio di stagione deprimente. Al 3° giro, anzi, Spies riesce a passare in testa, ma la staccata è esagerata e la sua Yamaha esce di pista e si appoggia sulla terra. Spies si rialza e riparte senza danni, ma ormai il risultato a cui ambiva si allontana irrimediabilmente. Rientra 20° e finirà  10°.

 

Stoner non è più Canguro Mannaro
L’australiano fa una gara un po’ anonima, per i suoi standard.  Fin dall’inizio non riesce a schiodarsi dalla quarta, quinta posizione, battagliando con i due della Yamaha Tech 3. In terza posizione, infatti, c’è Dovizioso, seguito dal compagno di team Crutchlow. Cal viene superato da Casey ma non demorde per nulla, al contrario del Dovi, che invece a un certo punto incappa in un paio di giri lenti che riportano ancor più sotto l’australiano.

 

Valentino Rossi benino
Il pesarese riesce a tenere bene un ritmo che gli permette di stare agevolmente intorno a quella sesta posizione che per tutto il week end ha dichiarato essere il proprio obbiettivo. A centro gara, Rossi sembra anzi proprio in grado di passare Bautista e perfino di puntare a qualcosa di più. Che però non arriva, e alla fine Vale è 7° a 17 secondi da Lorenzo.

 

Questione tra spagnoli
Da circa metà gara in poi, la gara sembra in mano a Pedrosa, ma a 5 giri dal termine Lorenzo è come se prendesse la decisione di vincere, di mettere la parola fine al confronto col connazionale. Approfitta infatti di un errore di Dani in staccata e lo passa, ma da lì in poi Pedrosa non riesce più a replicare. La vittoria va quindi a Lorenzo, con Pedrosa secondo e un coriaceo Dovizioso al terzo posto nonostante il finale arrembante di uno Stoner che, quarto, per la prima volta dopo 19 gare è giù dal podio (e quindi non riuscirà più a raggiungere e battere Agostini e Rossi come numero di podi consecutivi). Cal Crutchlow, 5°, non riesce a concretizzare una gara generosissima e grintosa, mentre Bautista resiste a Rossi e finisce 6°. Valentino taglia il traguardo a circa 15 secondi dal vincitore, una situazione migliore della media del 2012 ma peggiore rispetto al risultato ottenuto lo scorso anno: 5° a 7 secondi.

 

Le CRT e la classifica generale
La gara delle CRT premia Aleix Espargaró, 12°, ma dietro lo spagnolo si piazza un grintoso Michele Pirro. Stoico Edwards, al rientro dopo l’infortunio di due gare fa e ultimo in pista dopo prove brillanti e una prima metà di gara piuttosto efficace nel gruppo delle CRT.

 

Ora la classifica generale della MotoGP vede Lorenzo aumentare il proprio vantaggio su Stoner, staccato di 20 punti, e su Pedrosa, a 30. Dovizioso, Crutchlow e Bautista guadagnano punticini sui rivali più vicini, mentre Valentino mantiene anche nella generale la “sua” sesta posizione.

 


Prossimo appuntamento il 17 giugno in Inghilterra, a Silverstone.


MotoGP 2012: classifica generale

1 Jorge LORENZO Yamaha SPA 115
2 Casey STONER Honda  AUS 95
3 Dani PEDROSA Honda  SPA 85
4 Andrea DOVIZIOSO Yamaha ITA 60

5 Cal CRUTCHLOW Yamaha GBR 56
6 Valentino ROSSI Ducati  ITA 51
7 Alvaro BAUTISTA Honda  SPA 45
8 Stefan BRADL Honda  GER 43
9 Nicky HAYDEN Ducati  USA 40
10 Hector BARBERA Ducati  SPA 31
11 Ben SPIES  Yamaha USA 24
12 Aleix ESPARGARO ART  SPA 15
13 Randy DE PUNIET ART  FRA 7
14 Mattia PASINI ART  ITA 6
15 Michele PIRRO FTR  ITA 6
19 Danilo PETRUCCI Ioda  ITA 4

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA