a cura della redazione - 01 agosto 2017

Parte la riduzione del pedaggio moto: istruzioni per l’uso

Ecco la procedura prevista per usufruire fin da subito della tariffa autostradale ridotta del 30% riservata alle moto. Le istruzioni passo-passo, le date, i casi particolari, i chiarimenti

Abbiamo fatto 30, ora vogliamo il 31!

Come anticipato qui, da oggi è possibile perfezionare la procedura che consente di usufruire della riduzione del 30% sui pedaggi autostradali per i viaggi fatti con veicoli a due ruote. Di seguito ecco le istruzioni dettagliate e i chiarimenti sulla questione (per valutare la convenienza dell’operazione, abbiamo fatto per voi qualche conto…).

Come vedete nel video qui sopra, ci siamo messi nei panni dei motociclisti e abbiamo seguito in prima persona la procedura per avere lo sconto. Ma da oggi parte un'altra battaglia, perché la nostra categoria ottenga ancora di più!

Riduzione già da oggi: si fa così

La “modulazione tariffaria con riduzione di pedaggio pari al 30%” (non cumulabile con altri sconti, come quello “pendolari”) è riservata chi è titolare di un contratto Telepass Family. Si può “modificarne” uno preesistente o attivarne uno nuovo, associando in esclusiva la targa di una sola moto (verrà richiesta, come certificazione, copia del libretto di circolazione) e il dispositivo dovrà essere utilizzato soltanto in associazione con la targa registrata. Per verificare quest’ultima condizione, per tutti i transiti effettuati verrà fotografata la targa.

Tempistiche e procedura

Pur essendo possibile sottoscrivere il modulo di adesione presso i Punto Blu a partire dal 15 settembre e fino al 15 ottobre 2017, già fin da oggi (1° agosto 2017) di fatto lo sconto è attivo. Ecco come funziona.
Compilando il webform di pre-adesione che trovate a questo indirizzo, si ha diritto alla riduzione del pedaggio in maniera retroattiva per i transiti effettuati già ad agosto. Anche in questo caso, solo se si ha già attivo un contratto Telepass Family con dispositivo associato a una sola targa di moto; inoltre l’adesione va poi perfezionata con sottoscrizione dell’apposito modulo a partire dal 15 settembre e non oltre il 15 di ottobre presso i Punto Blu.
I transiti effettuali a partire dalla data della compilazione del webform, e fino a quella del perfezionamento presso un Punto Blu, vengono inizialmente addebitati con pedaggio intero, ma poi verrà ricalcolata la quota di modulazione da applicare e sarà accreditata a partire dalla prima fattura utile. Sempre se non si riscontrano problemi quali un mancato o ritardato perfezionamento dell’adesione o irregolarità rispetto a quanto dichiarato nel webform, che impedisca il perfezionamento.
Sia che si aderisca a partire dal 15 settembre (e fino al 15 ottobre), sia che si compili già fin da oggi la webform di preadesione per poi perfezionare l’adesione in seguito, la riduzione interesserà tutti i viaggi fatti a partire dalla data dell’avvenuta adesione/preadesione.

Cambio targa, sanzioni e opportunità

Si potrà cambiare - senza costi - la targa associata al Telepass, ma dovrà essere sempre una targa da moto (bisogna comunque presentarsi al Punto Blu col libretto di circolazione) e in nessun caso il dispositivo potrà essere abbinato a più di una targa contemporaneamente.
Nel caso di utilizzo del Telepass con una moto con targa diversa da quella registrata, ci sono delle sanzioni: la sospensione del diritto alla riduzione e l’applicazione di penali, fermo restando il diritto delle Concessionarie alle eventuali azioni civili, amministrative e /o penali.
Ricordiamo che il Telepass, a parte quella del pagamento del pedaggio “volante”, consente la stessa comodità per il pagamento di molti parcheggi convenzionati (in stazione o in aeroporto, in fiera o in città), l’acquisto e il ritiri del biglietto del traghetto per lo stretto di Messina senza passare dalla biglietteria.

Caso pratico: Telepass Family già attivo su due targhe (auto+moto)

Qualora un utente abbia già un Telepass Family con due targhe associate (una per l’auto e una per la moto), per beneficiare della riduzione del 30% per il mezzo a due ruote deve “togliere” la targa dell’auto, riempire il webform indicando la targa della moto (la stessa già associata al contratto esistente) e poi perfezionare l'adesione a partire dal 15 settembre, sempre con la stessa targa. Il Telepass non potrà essere più usato sull’auto, ma esclusivamente sulla moto.
Continuando ad usare il Telepass su entrambi i mezzi, la moto non ha diritto a riduzioni di pedaggio, anche se l’utente ha compilato il webform. Nel momento in cui, invece, si mantiene il Telepass Family con una sola targa, associandolo a quella della moto per aderire alla riduzione del pedaggio, non si potrà cambiare la targa sostituendo quella della moto con quella di un’auto. Il Telepass è diventato infatti esclusivamente associabile ad una targa da moto. Quindi si potrà cambiare la targa, ma dovrà essere comunque da moto.
Chiaramente si può attivare un nuovo contratto (anche online), ma dovrà essere riferito esclusivamente ad una sola targa da moto. Successivamente va riempito poi il webform indicante la stessa targa, per poi perfezionare l'adesione a partire dal 15 settembre sempre con la stessa targa; anche in questo caso l’apparato Telepass potrà essere usato solo sulla moto.

Caso pratico 2: attivazione di Telepass Twin

1/30 Campagna e petizione #metapedaggio: il successone del Mugello Day. La parata di oltre 400 moto sulla pista toscana, guidate dal nostro direttore, Federico Aliverti
L’opzione Telepass Twin riguarda chi è già titolare di un contratto Telepass family e consiste nella possibilità di abbinare al contratto un secondo dispositivo. Nel caso che il contratto sia già abbinato a due targhe (una auto e una moto), Telepass Twin consente di associare uno dei due dispositivi in esclusiva alla moto, potendo per questa beneficiare della riduzione del 30% (sempre utilizzando le procedure fin qui illustrate). Chiaramente, Telepass Twin si può attivare anche se il contratto originario è abbinato ad una sola targa, ad esempio se nel frattempo un membro della famiglia ha acquistato la moto.
Telepass Twin permette di abbinare fino a 4 targhe quindi, anche associando un dispositivo in esclusiva a una moto, rimangono comunque due targhe auto associabili al secondo dispositivo. Telepass Twin ha un costo di 2,10 euro al mese IVA inclusa (quindi 0,84 euro di sovrapprezzo rispetto al canone base di un Telepass Family), composto da 0,60 euro per il secondo dispositivo e 1,50 euro per la tessera Premium. Tenete presente che la tessera Premium dà diritto a molti vantaggi, a partire da quello fondamentale dell’assistenza stradale in città e in autostrada, attiva 24 ore su 24 e compresa nel prezzo. Ma poi ci sono anche vari sconti per: rifornimenti carburante; soste nei bar e nei ristoranti di molte stazioni di servizio; parcheggi in aeroporto; autonoleggi; RC Auto; viaggi in nave; acquisto pneumatici… Qui tutti i dettagli.

Quando si vedono in fattura le riduzioni del 30%?

Premesso che la riduzione decorrerà dalla data di compilazione completa e corretta del webform, la fattura la riporterà a partire dalla prima emissione utile successiva al 1 novembre. È infatti necessario, per Telepass, completare la raccolta della adesioni pervenute entro il termine del 15 ottobre e procedere all’elaborazione delle quote da rimborsare. Verranno riaccreditate tutte le quote relative ai transiti nel periodo che intercorre tra la data di compilazione del webform fino alla data di sottoscrizione del modulo di adesione. A tutti i transiti successivi alla data di sottoscrizione del modulo di adesione, le riduzioni saranno invece applicate contestualmente all’addebito.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli