Richiamo Harley-Davidson per quasi 30.000 modelli 2014

La Casa di Milwaukee sta procedendo a richiamare moto delle serie Touring, CVO Softail e Trike per un problema alla frizione idraulica. Raccomandazione ai clienti di "non guidare" e ai concessionari di "non consegnare" le moto eventualmente coinvolte nel richiamo

Richiamo harley-davidson per quasi 30.000 modelli 2014

Sono 29.046 le moto Harley-Davidson a cui si rivolge la campagna di richiamo partita da metà ottobre. Potenzialmente soggetti ad un problema alla frizione idraulica sono alcuni modelli costruiti tra il 3 maggio 2013 e il 14 ottobre 2013. Sì, proprio quelli della gamma 2014 appena presentati e che noi di Motociclismo abbiamo già avuto modo di testare (cliccate qui per le impressioni di guida della Electra Glide Ultra Limited 2014, realizzata secondo le specifiche del Project Rushmore).

Ma andiamo con ordine. Ecco i modelli richiamati

 

Serie Touring (25.185 moto)

  • Ultra Classic Electra Glide (FLHTCU)
  • Electra Glide Ultra Limited (FLHTK)
  • Electra Glide Police, non presente sul mercato italiano (FLHTP)
  • Street Glide (FLHX)
  • Street Glide Special, non presente sul mercato italiano (FLHXS)
  • CVO Ultra Limited (FLHTKSE)
  • CVO Road King (FLHRSE)

 

Serie CVO Softail e Trike (3.861 moto) 

  • Tri Glide Ultra Classic (FLHTCUTG)
  • CVO Softail Breakout (FXSBSE)
  • CVO Softail Deluxe (FLSTNSE)

 

Alcune di queste moto presenterebbero una condizione per la quale il sistema di frizione idraulica potrebbe perdere la capacità di generare forza sufficiente a disinnestare la frizione (presumibilmente la... condizione di cui si parla riguarda la pompa). Il pilota rischierebbe quindi di avere difficoltà a rallentare o a fermare la moto, il che potrebbe tradursi in un incidente.

Un richiamo volontario e preventivo quello di Harley-Davidson, che include la precisa richiesta a tutti i proprietari delle moto in oggetto di “non guidare” e, ai concessionari, di “non consegnare” fintanto che i problemi alla frizione idraulica non saranno risolti. I proprietari devono ovviamente avvisare il proprio concessionario ufficiale, che prenderà in carico la moto, la verificherà e farà le dovute riparazioni senza alcun costo a carico del cliente. L’operazione durerà meno di un'ora e dovrebbe consistere nella revisione della pompa.

 

LA PAROLA A HARLEY-DAVIDSON

La Casa americana vuole rassicurare tutti i propri clienti, e lo fa attraverso le parole di Tony Wilcox, Harley-Davidson General Manager of Motorcycle New Product Delivery, che ha dichiarato quanto segue: “La sicurezza dei clienti è la nostra massima priorità. Abbiamo identificato potenziali problemi di sicurezza e ci stiamo muovendo rapidamente per informare i nostri clienti e rivenditori. La verifica e la riparazione di queste moto è estremamente importante, quindi è fondamentale che i possessori di veicoli potenzialmente interessati, contattino immediatamente la propria concessionaria. Ci scusiamo per questa situazione. L'azienda si è impegnata per risolverla e fornire ai clienti tutta l'esperienza e la qualità del servizio che si aspettano”.

 

FERMATA ANCHE LA "NOSTRA"

Ricordiamo che la maggior parte delle moto richiamate non è ancora stata consegnata ai clienti, essendo modelli 2014, quindi di fatto il richiamo si rivolge più che altro ai concessionari. Per ulteriore informazione, possiamo infine dirvi che la Casa ha provveduto a richiamare anche una moto che avevamo in prova, la Street Glide 2014. La bella cruiser americana è stata sottoposta alla doverosa revisione e potrete leggere l'articolo, inizialmente previsto per Motociclismo di novembre, sul fascicolo di dicembre.

 

 

 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA