SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

Motobefana Benefica 2015 a Milano: noi c'eravamo

Come ogni anno, nel capoluogo lombardo si è svolto il grande motoraduno dell’Epifania: migliaia di motociclisti si sono ritrovati per dar luogo a una bellissima parata e portare doni alle persone meno fortunate. Noi ci siamo andati e vi raccontiamo tutto

Motobefana benefica 2015 a milano: noi c'eravamo

La Befana si è evoluta: dalla scopa è passata alla moto. Anche quest’anno a Milano si è svolto il tradizionale raduno Motobefana, che dal 1968 vede protagonisti migliaia di bikers in una splendida parata per le strade ancora addormentate del capoluogo lombardo, con sosta al Piccolo Cottolengo e punto d’arrivo all’Istituto Sacra Famiglia di Cesano Boscone, per portare generi di conforto ai più bisognosi. E’ un appuntamento irrinunciabile per ogni motociclista lombardo e quest’anno ci siamo andati anche noi, ecco il report della giornata.

 

Il ritrovo

Quest’anno come punto di raccolta si è scelto il viale centrale di Corso Sempione (gli ultimi due anni è stata Piazza Castello, prima ancora la cornice di Piazza del Duomo), dove già a partire dalle 7 hanno iniziato a confluire tantissimi motociclisti su ogni tipo di mezzo, oltre alla tradizionale befana sul motocarro Moto Guzzi. L’aria è di festa e, complice la temperatura relativamente mite, si vedono moto a perdita d’occhio (sfogliate la gallery e godetevi tutte le immagini): per un giorno le classiche rivalità da bar scompaiono e scooter, supersportive, enduro (con qualche temerario senza targa) e moltissime special si mischiano insieme per svegliare la città, con anche i vigili del reparto Motofalchi della Polizia Municipale di Milano che sembrano farsi coinvolgere dall’atmosfera e chiudono un occhio su qualche scarico un po’ troppo aperto e qualche sgasata “ignorante”. A un certo punto in cima al gruppone iniziano a muoversi le prime moto e il serpentone prende vita…

 

Il percorso

Il percorso tocca, partendo da Corso Sempione,  via Canova, viale Pietro e Maria Curie (le famose “gemelle” di Milano), via XX Settembre, piazza Conciliazione, piazza Piemonte, imboccando poi via Washington ed entrando quindi nel piazzale di sosta dell’Istituto Piccolo Cottolengo Don Orione. Qui c’è la prima sosta, dove chi vuole può portare dei doni ai piccoli ospiti dell’Istituto oppure fermarsi fuori ad ammirare le innumerevoli moto presenti. Dopo un’ora di sosta si riparte e si esce dalla città fino ad arrivare all’ingresso dell’Istituto Sacra Famiglia di Cesano Boscone, termine della manifestazione. L’intero svolgimento è gestito in piena sicurezza dalla Polizia Municipale di Milano che provvede, oltre a guidare il gruppo, a bloccare gli incroci più importanti e ad evitare spiacevoli inconvenienti Infatti non si registrano incidenti.

 

L’intento benefico

Ma la giornata non è fatta solo di sgasate, qualche bravata e tanto rumore, ma è anche (e soprattutto) palcoscenico per un’importante iniziativa benefica: infatti, oltre ai doni che ognuno può portare, negli stand dell’organizzazione presenti alla partenza si può fare un’offerta libera per un sacchetto di dolciumi da donare agli ospiti dei due Istituti, il cui ricavato verrà devoluto in beneficenza tramite le molte associazioni a cui è affiliato il Motoclub Ticinese (le trovate tutte sul sito ufficiale del Motoclub)

 

Appuntamento al 2016

Spenti i motori e consegnati i doni, c’è già chi nel gruppo organizza una puntata sul lago visto il bel tempo e chi vuole invece tornare a casa per… dormire, vista la levataccia. Noi optiamo per la prima e salutiamo con una sgasata i compagni che, grazie alla moto, hanno donato un sorriso a chi ne ha davvero bisogno. 

Prossimo appuntamento: 6 gennaio 2016, ovviamente.

 

 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA