Red Bull Epic Rise: i vincitori dell'edizione 2015

Si è tenuta a Clusone (BG) presso l'Arena Motorparty, in concomitanza con la tappa italiana del mondiale di Enduro, la seconda edizione della gara in salita più pazza dedicata ai motorini truccati. I vincitori? Mattia Pavani (categoria Truccati) e Riccardo Salvi (categoria Proto)

Dopo il successo della prima edizione dello scorso anno, tenutasi sul mitico tracciato del ciglione della malpensa (testato in anteprima per l'occasione dai piloti di formula1) red bull ha deciso di riproporre anche per il 2015 una delle gare off road

Al via di questa pazza gara si sono dati battaglia ben 50 piloti, in sella ai loro mezzi super kittati, ma solo in tre sono riusciti a raggiungere il traguardo dei 50 metri. Tra questi, il vincitore della classe Truccati, Mattia Pavani, in sella al suo Peugeot STR, e Riccardo Salvi, primo classificato nella categoria Proto, in sella al suo “Limousine”, gestito dal Team “Cioca la Pirla” (già vincitore della categoria Truccati nell'edizione del 2014). Il pilota della classe Proto è riuscito a completare la salita in 6,10 secondi, battendo un ottimo Mirco Raimondi (terzo pilota in grado di raggiungere quota 50 metri) in sella a “Il Cattivo”, che invece ha conquistato la vetta in 6,50 secondi. Salvi e la sua squadra hanno vinto anche l'“Epic Ferro”, il premio assegnato alla squadra con l'acconciatura e il completo tecnico più stravagante della gara.

 

50 PARTECIPANTI, 1 SOLA DONNA E ALCUNE SPECIAL GUEST

Una gara tanto pazza quanto dura e faticosa, sia per il mezzo, spremuto all'inverosimile, che per il pilota. Ma tra i 50 partecipanti si è distinta anche una donna, l'unica iscritta, Valeria Mondello, queste le sue parole nel dopogara: È stato un onore poter essere parte di questa manifestazione e spero che la mia presenza possa fare da apripista per incoraggiare altre ragazze come me a iscriversi alle prossime edizioni.

Ovviamente presenti anche i grandi campioni di Enduro e Motocross Freestyle, come Matthew Phillips (Campione del Mondo E3 nel 2014), Antoine Meo, Vanni Oddera (pilota del Mondiale Freestyle e ideatore della mototerapia) e Giacomo Redondi. E proprio Giacomo, travestito da supereroe, non si è lasciato scappare l'occasione di provare l'ebrezza della scalata in sella a un motorino. Non sono mancati, inoltre, alcuni personaggi del mondo dello spettacolo, come Marco Maccarini, noto presentatore televisivo, che ha commentato: Visto dal basso il tracciato fa davvero paura, ma la musica e il tifo del pubblico alla partenza mi hanno dato la carica; ho aperto il gas e ho dato il massimo. Un‘esperienza divertentissima, da provare!

 

I PRIMI 3 CLASSIFICATI "TRUCCATI" E I RELATIVI PREMI

  • 1° classificato: Mattia Pavani (Peugeot STR) - 50 metri, (KIT MOTORE Polini e orologio G-SHOCK Camouflage Series GA-100CM)
  • 2° classificato: Davide Gasparini (Su bel dritz) - 31,2 metri, (Marmitta Polini e orologio G-SHOCK Camouflage Series GA-100CM)
  • 3° classificato: Gianluca Biganzoli (Scaliffone) - 28,4 metri, (Variatore Polini e orologio G-SHOCK Camouflage Series GA-100CM)

 

I PRIMI 3 CLASSIFICATI "PROTO" E I RELATIVI PREMI

  • 1° classificato: Riccardo Salvi (Limousine) - 50 metri in 6"10, (KIT MOTORE Polini e orologio G-SHOCK Camouflage Series GA-100CM)
  • 2° classificato: Mirco Raimondi (Il Cattivo) - 50 metri in 6"50, (Marmitta Polini e orologio G-SHOCK Camouflage Series GA-100CM)
  • 3° classificato: Alessio Gorelli (Si 100) - 49,05 metri, (Variatore Polini e orologio G-SHOCK Camouflage Series GA-100CM)

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA