09 October 2011

Rally dei Faraoni 2011: Coma su KTM vince in assoluta davanti a Rodrigues su Yamaha

Marc Coma, in sella alla KTM 450 Rally ufficiale, ha concluso in quarta posizione la sesta speciale cronometrata del Faraoni 2011. La tappa è stata vinta da Helder Rodrigues, sulla Yamaha WR450F. Ma il catalano è risultato primo nella classifica assoluta: ha terminato le sei prove in 23h 58’01”, con un vantaggio di 13’39” sul portoghese.

Rally dei faraoni 2011: coma su ktm vince in assoluta davanti a rodrigues su yamaha

Il Cairo (EGITTO) – Marc Coma, in sella alla KTM 450 Rally ufficiale, ha vinto per la quinta volta nella sua carriera il Rally dei Faraoni. Il catalano ha concluso la sesta tappa in quarta posizione, ma ha dominato la classifica assoluta, con un tempo complessivo di 23h 58’01” e un vantaggio di 13’39” sull’inseguitore Helder Rodrigues, sulla Yamaha WR450F. Jakub Przygonski, con la KTM LC4, è salito sul terzo gradino del podio del Faraoni, grazie al terzo piazzamento nella classifica generale. Il polacco, come Rodrigues, è stato favorito da un imprevisto capitato a Jordi Viladoms, che ha rotto il motore durante la tappa conclusiva, mentre era secondo in assoluta. A parte lo stop forzoso di Viladoms, non ci sono stati altri imprevisti e la sesta tappa si è conclusa con Rodrigues in testa, seguito da Francisco Chaleco Lopez Contardo, staccato di 1’59” con l’Aprilia del team Giofil. Przygonski è arrivato terzo, in ritardo di 05’48”. Coma ha amministrato bene il suo vantaggio, ha risparmiato il gas, ha tenuto sotto controllo la navigazione e ha tagliato il traguardo in quarta posizione, con un distacco di 06’56”.

Il migliore degli italiani in gara, nella sesta tappa, è stato Diocleziano Toia, giunto settimo, sulla Beta RR, a 49’11” dal primo. Dietro di lui, nell’ordine di arrivo, altri tre italiani: Luca Viglio su Honda 450 (+ 54’50”), Lorenzo Napodano, su Honda 450 (+ 1h 14’43”) e Stefano Rampolla su KTM 690 Rally, primo della classe open.

Franco Picco, con la Yamaha WRF450, ha terminato 24esimo, con 2h 02’23” di ritardo. Il pilota del team di Motociclismo Fuoristrada Francesco Catanese, è arrivato 34esimo, arretrato di 2h 28’36”. Ma Catanese correva con una moto pesante, la Yamaha Super Ténéré 1200 R, poco competitiva in questa occasione e soprattutto con un polso rotto.

Nella classifica assoluta, il migliore degli italiani è stato Luca Viglio, sulla Honda 450 del team Endurology, che è risultato sesto nella 450 con un distacco di 5h 37'14" da Coma. Viglio ha ricevuto una penalità di 26'. Secondo miglior italiano Lorenzo Napodano, 13esimo in assoluta, con 8h 53’28” di ritardo dal vincitore. A Napodano sono stati comminati 37’ di penalità.

Stefano Turchi, sulla KTM 690 Rally, primo della classe open, ha finito il rally con 6 h 32’31” di distacco da Coma. Secondo della open, Rampolla, che è rimasto indietro di 8h 15’07” rispetto al catalano e staccato di 1h 42’36” da Turchi. Rampolla ha preso 15’ di penalità. Catanese ha concluso 34esimo, con un ritardo di 20h 21’13” e decimo della categoria open, arretrato di 13h 48’42”. Catanese ha preso 4h 6’ di penalità.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA