Triumph Scrambler 1200 2019: il test su strada

Dopo averla messa alla prova in off road, abbiamo testato la nuova Triumph Scrambler 1200 (in entrambe le versioni, XC e XE) anche su strada. Ecco le prime impressioni di guida, con i pregi e i difetti della moto
1/25 Triumph Scrambler 1200 XE 2019

1 di 3
Dopo le sensazioni che abbiamo riscontrato nella prova in fuoristrada, il confronto tra Triumph Scrambler 1200 XE e XC su strada sembrerebbe scontato. Invece, la versione più off road, la XE, ha delle carte a suo favore che, in certe situazioni, la rendono più efficace della sorella. Vediamo perché: XC conferma la sua taratura della forcella decisamente più sostenuta, affonda meno in frenata, la moto si muove di meno. Mentre il posteriore ha una taratura più “morbida”, rispetto alla XE, anche se non sembra logico, ad un primo pensiero: invece, nella guida sportiva in fuoristrada, servono ammortizzatori in grado di non arrivare a fondocorsa nelle buche più profonde, situazioni dove il peso della moto si sposta maggiormente al retrotreno. Ma nella pratica, entrambe le versioni offrono un sostegno ottimale e un comfort elevato, grazie anche all’ottima imbottitura della sella.

Altro punto a favore della XC, il baricentro più basso, l’interasse minore e l’angolo di sterzo più chiuso. Ecco che questa versione prende un certo vantaggio in tutte le strade più tortuose, è più agile e facile da indirizzare, soprattutto nelle manovre strette, frangente dove la XE è più faticosa. La XC sembra avere un 19" all’anteriore, rispetto alla XE. Ma ci sono dei limiti, nella guida sportiveggiante (che queste moto assecondano alla grande): le pedane arrivano a toccare l’asfalto proprio quando vorresti osare ancora di più. Questo limite si sposta più avanti sulla XE, avendo maggiore escursione delle sospensioni e, di conseguenza, maggiore altezza da terra delle pedane.
1/18 Triumph Scrambler 1200 XC 2019
La stazza maggiore della versione più estrema, non è per forza un difetto. Fino a quando non troviamo curve molto strette, tornanti, o in mezzo al traffico, questa moto imponente regala una solidità esemplare e permette di pennellare le traiettorie al meglio, potendo contare su un ottimo angolo di piega e un’elettronica più evoluta. Sapere di avere un angelo custode sempre pronto ad aiutarci, in caso di emergenza o panic-stop, anche a moto piegata, è una gran bella sensazione. L’ABS Cornering è senza dubbio uno step evolutivo rispetto al pur ottimo ABS tradizionale della XC. Lungo i mille curvoni viscidi affrontati in mattinata, dopo le piogge notturne, non potevamo desiderare di meglio. Anche i pneumatici Metzeler Tourance sono all’altezza delle prestazioni di cui sono capaci queste Scrambler.

E infine c’è un Controllo di Trazione più evoluto, anche lui utilizza la piattaforma inerziale (come l’ABS Cornering) per regolare il grado di intervento in modo dinamico, secondo il Riding Mode impostato. In ottica sicurezza, anche il TC della versione XC funziona molto bene, ma quando c’è bisogno del suo intervento, sulla XE avviene in maniera più naturale, come abbiamo visto anche in fuoristrada.
1/28 Il kit Escape per Triumph Scrambler 1200 XC 2019
Ci rendiamo conto di aver spesso analizzato queste moto sotto un profilo prestazionale. Ma non sono delle Scrambler? Si, in tutto e per tutto, ma con questo progetto Triumph ha voluto creare qualcosa che prima non c’era sul mercato, una moto dove le prestazioni sono al top sia in fuoristrada che su strada, mantenendo uno stile inconfondibile. Anche l’anteriore da 21", su strada, ha un comportamento ottimale, regala solidità e dolcezza nello scendere in piega, garantendo un grip elevato.

Ma questo motore è talmente elastico e pieno di coppia, che è un piacere da usare anche andando a passeggio, con marce lunghe e dimenticandosi del cambio. Sulle stesse strade dove si guida di terza sfruttando le doti ciclistiche, si può passeggiare in sesta marcia in grande scioltezza, anche a 1.500 giri, ammirando il paesaggio.

Un appunto che si può fare nell’utilizzo stradale in coppia, è la posizione dello scarico che è a contatto con il polpaccio del passeggero, e scalda parecchio. Inoltre, non permette di montare una borsa sul lato destro. Tra gli infiniti accessori, ben 80, è presente una borsa morbida con relativo telaietto per il solo lato sinistro, oltre ad un portapacchi posteriore.

Ma allo stile non si rinuncia, come abbiamo detto, in queste moto è contenuto lo stesso spirito Scrambler nato proprio con le prime Bonneville degli anni 60.
1/15 Triumph Scrambler 1200 XC 2019

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA