Super Duke R: la verità sulla potenza dichiarata

In occasione della prova della KTM Super Duke R 2017, ci siamo fatti dire quanti CV ha “davvero”, dato che il MY17 viene definito “la super naked più potente” ma i CV dichiarati sono meno rispetto al 2014… Intervista a Hermann Sporn (product manager motori LC8)

Un motore, molte anime (non quella cattiva)

KTM 1290 Super Duke R 2017 in posa a Losail
Una moto a cui, fin dalla presentazione (anzi, da prima) viene dato il nome di “Bestia”, genera quantomeno una forte aspettativa in termini di prestazione, carattere, personalità. La KTM Super Duke R ha sempre avuto un look estremo, ha sempre sfoggiato numeri da paura, è sempre stata presentata agli appassionati come un demonio assatanato, un mezzo estremo per uomini veri (ricordate il mitico video del prototipo?). Poi la realtà è che, a muscoli clamorosi, la SDR abbina una trattabilità e una (relativa) facilità che davvero non ti aspetti. Addirittura qualcuno è rimasto perfino deluso… Questo fin dalla prima versione (2014), il cui bicilindrico di 1.301 cc è infatti andato poi ad equipaggiare - opportunamente modificato e con differenti livelli di potenza – l’endurona Super Adventure (2015) e la sport touring Super Duke GT (2016).

Super Duke R 2017: i muscoli si gonfiano

KTM 1290 Super Duke R 2017 a Eicma 2016
Agli scorsi saloni autunnali (Colonia e Milano), KTM ha presentato le evoluzioni delle proprie 1290, con la nuova Bestia ancor più cattiva e una più articolata gamma Super Adventure, con le versioni S e R che affiancano la praticamente immutata T (qui i nostri test con la maxi naked, con l’endurona in versione stradale e più fuoristradistica).
Proprio in occasione della presentazione della 1290 Super Duke R 2017, KTM ha dichiarato una potenza massima di 177 CV, livello che riportava la Bestia al top tra le maxi naked. Ma come, nel 2014 non erano 180? Non sono 2 in meno? Solo che poi, verso metà 2016, la scheda tecnica aveva cominciato a riportare come dato 173 CV, e qui l’aumento di potenza di 4 CV per la 2017 ci sta… Insomma, c’è da fare chiarezza, anche perché nei suoi rilevamenti, il nostro Centro Prove aveva “trovato” per la versione 2014 proprio i CV dichiarati (qui il video del lancio al banco). Abbiamo approfittato del test con la nuova SDR per fare quattro chiacchiere col motorista, che ci ha dato la… versione definitiva sull’argomento (più altre chicche).

P.S.: nella gallery ci sono nuove foto della nostra prova a Losail, in pista e su strada.

Ebbene sì, stavolta 177 (CV) è maggiore di 180!

Fabio Meloni a Losail con la KTM 1290 Super Duke R 2017
Intervista a Hermann Sporn (product manager motori KTM LC8)

Come mai la potenza che dichiaravate all’inizio era di 180 CV, e poi avete corretto in 173?
I nostri rilevamenti davano oltre 178 CV di potenza per la prima versione, così abbiamo dichiarato una potenza di 180 CV. Mentre in fase di omologazione è stata rilevata una potenza di 173 CV, che è quella che è sempre stata riportata sul libretto. Semplicemente appena possibile abbiamo deciso di uniformarci a quel dato, ma il motore è rimasto sempre uguale. Che si prendano come riferimento 178 o 173 CV, questa nuova versione ha sempre 4 CV in più.

Può cresce ancora questo motore? Da KTM potremmo persino aspettarci una Super Duke 1400…
In verità no, è arrivato al limite. Potrebbe cresce ancora di qualche centimetro cubico, ma poca roba. In realtà la scelta che abbiamo fatto nelle prime fasi del progetto era tra questa versione e una di 1.190 cc da 150 CV. Le abbiamo provate entrambe e poi ci siamo detti: scegliamo quella da uomini. Ciò non toglie che per noi la potenza non è mai abbastanza, e infatti in questa versione abbiamo migliorato ancora le performance, dando 500 giri extra di spinta e 4 CV in più. Così la Super Duke è tornata ad essere la super naked più potente del mercato.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli