C'e' un brutto anatroccolo nella comparativa maxienduro

La comparativa Maxienduro 2017 prosegue verso il Tirreno. BMW R 1200 GS Rallye, Ducati Multistrada 1200 Enduro PRO, Honda Africa Twin, KTM 1090 Adventure R e 1290 Super Adventure R, Yamaha Super Ténéré hanno fatto una scorpacciata di curve appenniniche nel Day 1, ecco le prime impressioni a inizio prova

Com'è andata finora

La comparativa maxienduro 2017 è in pieno svolgimento. Nel doppio coast to coast che abbiamo organizzato quest'anno, si affrontano BMW R 1200 GS Rallye, Ducati Multistrada 1200 Enduro PRO, Honda Africa Twin Travel Edition (con cambio tradizionale), KTM 1090 Adventure R, KTM 1290 Super Adventure R e Yamaha Super Ténéré (con sospensioni elettroniche).
In attesa del verdetto finale, che trovate su Motociclismo di agosto, e del minipodio dopo il tratto "solo asfalto" (cliccate qui per ripassare la filosofia e le modalità della prova, qui invece le foto), ecco le prime impressioni di Federico Aliverti dopo il primo giorno di guida e il video (subito qui sotto) con l'anticipazione di come si concluderà il secondo

Scorpacciata di curve dal Tirreno al Trasimeno

Comparativa Maxienduro 2017: la prima metà della prova è solo su asfalto. Poi cambio gomme e via di offroad
In alcune comparative capita spesso che ci sia un brutto anatroccolo. E' quella moto che è sempre libera perché tra un cambio e l'altro nessuno... la vuole guidare. Vi racconterò prossimamente di chi sto parlando. Oggi è stata solo la prima tappa, e partirei col fare solo qualche considerazione di carattere generale per non dovermi rimangiare tutto i prossimi tre giorni: so per esperienza che in una prova di questo tipo i caratteri delle moto iniziano a delinearsi quando va bene a metà percorso. Ricordo a chi non ci avesse seguito sul sito e sui social che finora abbiamo fatto solo asfalto. Tanta autostrada per raggiungere la Maremma da Milano e poi una scorpacciata di curve dal Tirreno fino al lago Trasimeno, nel cuore dell'Appennino.

Austriache che emozione, giapponesi che perfezione

KTM 1290 Adventure R e Honda Africa Twin al lago Trasimeno
Le due austriache sono state al centro di molte controversie. Abbiamo lavorato tanto sugli assetti e ogni volta la 1090 si lasciava preferire alla 1290 e viceversa. In comune hanno una straordinaria personalità e un motore che caccia un caldo infernale. Sulle due giapponesi invece i 30 °C che abbiamo trovato anche in quota si avvertono la metà. In più Honda e Yamaha sono davvero stabilissime anche alla velocità massima, come ci ha confermato il nostro centro prove prima della partenza. Certo è che rispetto a KTM, i loro bicilindrici frontemarcia sono decisamente meno emozionanti.

BMW tutto da copione, Ducati sempre imprevedibile

La Ducati Multistrada 1200 Enduro Pro e la BMW R 1200 GS Rallye e la Honda Africa Twin a Trevi
Poi c'è la solita GS. Oggi ci hanno raggiunto due lettori a Trevi (PG) e ci hanno domandato come andasse questa benedetta Rallye. "Al momento non riusciamo a trovarle dei veri difetti", abbiamo risposto in sei. "Sì però a noi sta sui maroni sia lei sia chi la guida..." - hanno chiosato. E via Facebook tanti altri hanno rincarato la dose ricordandoci di un (presunto: al momento non abbiamo informazioni ufficiali) richiamo per problemi alla sospensione anteriore. Ma tant'è. Ducati invece è l'opposto di BMW: grandi pregi e grandi difetti. Nel bene e nel male, a Borgo Panigale ti sorprendono sempre. Magari riusciranno a farlo nel coast to coast di rientro (Adriatico - Tirreno) tutto in fuoristrada.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA