In sella alla nuova Tiger 1200 con il Principe William

Triumph Motorcycles ha avuto l’onore di accogliere, nella sua fabbrica britannica a Hinckley, Sua Altezza Reale il Duca di Cambridge. Il Principe William ha visitato il nuovo impianto di verniciatura e si è messo alla guida della nuova Triumph Tiger 1200. Foto e video
Martedì 20 febbraio, Triumph ha avuto l’onore di accogliere, a Hinckley, Sua Altezza Reale il Duca di Cambridge. Il Principe William ha visitato il nuovo impianto di verniciatura e si è messo alla guida della nuova Triumph Tiger 1200. Il nuovo impianto di verniciatura è un importante investimento da 6 milioni di sterline effettuato presso la sede Triumph nel Leicestershire, ed entrerà in funzione nella prossima primavera. Il Duca, ha visitato anche il resto della fabbrica e il nuovo Triumph Factory Visitor Experience, recentemente aperto al pubblico.

Durante la visita, il Duca, ha svelato un serbatoio commemorativo realizzato a mano da uno dei decoratori di serbatoi ufficiali di Triumph, per celebrare la visita e l'apertura della Factory Visitor Experience. Nel corso della visita, il Duca ha anche fissato una piastra Triumph al motore di una Triumph Tiger 1200, uno dei nuovi modelli Triumph recentemente lanciati sul mercato. Conosciuto per essere un appassionato motociclista, il Principe William ha provato una Tiger 1200.

Nick Bloor (CEO di Triumph) ha accolto il Duca durante la sua visita e ha dichiarato: “È stato un piacere e un onore dare il benvenuto a Sua Altezza Reale a Hinckley. Grazie alla dedizione e al duro lavoro di tutti in Triumph, la nostra attività di esportazione continua a crescere e il nostro eccezionale team di progettazione, in cui abbiamo investi to molto negli ultimi anni, sta realizzando motociclette che fanno sognare i motociclisti in tutto il Mondo”.

Triumph ha un organico di circa 900 persone nel Regno Unito e, grazie anche agli stabilimenti in Thailandia, produce circa 67.000 moto all’anno.

Il video

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA