Presentato il nuovo scooter MP3 hybrid al Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi

In anteprima mondiale da Piaggio uno scooter ibrido. E’ un avanzatissimo veicolo che integra la tradizionale propulsione termica con la motorizzazione elettrica, sommando i vantaggi dei due motori. Grazie alla sua tecnologia l’Mp3 Hybrid abbatte di oltre il 50% (rispetto alla media degli scooter a benzina) sia il consumo di benzina sia le emissioni di anidride carbonica.

Presentazione






Roma, 28 maggio 2009 –
il Presidente e Amministratore Delegato di Piaggio, Roberto Colaninno, ha presentato al Presidente del Consiglio dei Ministri, Silvio Berlusconi, il nuovo Piaggio Mp3 Hybrid, primo scooter ibrido al mondo dotato di un motore termico e di uno elettrico che – operando in sinergia – consentono di ottenere una drastica riduzione sia dei consumi di benzina sia delle emissioni di CO2.

Negli ultimi anni, l'esigenza di ridurre i livelli di emissioni inquinanti ha portato alla creazione di aree a traffico limitato, zone da cui spesso anche gli scooter sono stati banditi. Sono nati così i veicoli elettrici, che grazie a un propulsore a "emissioni zero" permettono di circolare ovunque.
Con Piaggio Mp3 Hybrid non si deve più scegliere tra prestazioni ed ecologia
, tra un veicolo per recarsi a lavorare in centro ed uno per i percorsi più lunghi, anche extraurbani. Mp3 Hybrid è mosso dal rivoluzionario sistema di propulsione ibrida che il Gruppo Piaggio ha sviluppato per primo nel mondo delle due ruote, unendo i vantaggi del motore a benzina a quelli del motore elettrico. La soluzione ibrida offre due distinte possibilità di propulsione, ma le integra in un sofisticato sistema che permette di coniugare la potenza del motore termico e gli straordinari vantaggi ambientali di quello elettrico.

Mp3 Hybrid




Piaggio Mp3 Hybrid
adotta una propulsione ibrida di tipo "parallelo" in cui i due motori, elettrico e a scoppio, sono integrati tra loro meccanicamente ed elettronicamente e risultano in grado di fornire simultaneamente potenza alla ruota, dando luogo a una sinergia vincente.

In questa propulsione integrata termico/elettrica, il motore "termico", cioè quello a benzina, funziona come un normale motore quattro tempi catalizzato, con ottime prestazioni, emissioni ridotte, bassi consumi e ampia autonomia. Il cambio automatico, l'avviamento elettrico e l'innovativo sistema Ride-By-Wire, garantiscono la consueta vivacità e facilità d'uso sia in città che nei percorsi extraurbani. Ma durante il normale funzionamento il motore termico, oltre a garantire le brillanti prestazioni del veicolo, consente anche la ricarica delle batterie destinate ad alimentare l'"anima elettrica" del veicolo.

La "collaborazione" tra i due propulsori di Piaggio Mp3 Hybrid non si ferma qui: ogni volta che è richiesta un'accelerazione particolarmente vivace, come accade nelle partenze da fermo, il motore elettrico entra in azione e supporta il propulsore termico, fornendo prestazioni superiori fino all'85% che offrono al veicolo prontezza ed efficacia nei primi metri, cioè proprio quando serve nella guida cittadina.

La sinergia tra i due motori, ottenuta attraverso la gestione elettronica integrata, consente di avere non solo migliori prestazioni ma anche un abbattimento dei consumi di benzina - l’Mp3 Hybrid può percorrere fino a 60 km/l, contro una percorrenza media di 26 km/l degli scooter a benzina di media cilindrata - e delle emissioni di CO2, che scendono a soli 40 g/km contro i 90g/km di media dei tradizionali scooter termici (i valori dell’Mp3 Hybrid sono calcolati su un utilizzo al 65% della modalità ibrida e al 35% di quella elettrica).

Ma Hybrid non è soltanto un "comune", sofisticatissimo sistema di propulsione ibrida: laddove gli altri scooter si fermano, Piaggio Mp3 Hybrid procede spedito e silenzioso, grazie alla possibilità di funzionare con il solo motore elettrico. Basta infatti una semplice rotazione del selettore posto sul manubrio per disinserire il motore termico e trasformare Mp3 Hybrid in uno scooter totalmente ecologico, uno "Zero Emission Vehicle" che può circolare con pieno diritto in tutte le zone interdette ai motori a scoppio.
Le batterie sono "nascoste" nel vano sottosella, che mantiene anche uno spazio sufficiente ad alloggiare un casco ed altri oggetti. Il livello di carica delle batterie è sempre sotto l'occhio del conducente, grazie a un indicatore integrato nel cruscotto.
La ricarica tramite rete elettrica avviene semplicemente attraverso un normale cavo elettrico da inserire, a quadro spento, nell'apposita presa. Il tempo di ricarica è di circa 3 ore.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA