09 June 2013

Portimão STK 600: Morbidelli lotta e vince

Sul tracciato portoghese, splendida vittoria di Franco Morbidelli dopo una gara al cardiopalma. Il pilota di Tavullia, conducendo una gara perfetta, si impone di forza su Gauthier Duwelz e Bastien Chesaux. Bene anche gli altri italiani

Portimão stk 600: morbidelli lotta e vince

Dopo le qualifiche delle Superbike e quelle della Supersport e Superstock 1000, sul circuito di Portimão nella stessa giornata di sabato è tempo di verdetti con la gara della Superstock 600. Un “antipasto” in vista delle gare dela domenica (cliccate qua per gli orari delle gare in TV) ma si tratta già di un piatto bello ricco, considerato lo spettacolo che offrono i giovani piloti. Se però avete intenzione di giocare a FantaMOTOCICLISMO, dovete osservare attentamente i piloti della SBK. Solo così potrete vincere l’opportunità di diventare tester di Motociclismo per un giorno. Per conoscere il regolamento e partecipare cliccate sul pulsante arancione.



PARTENZA COL BOTTO
Tornando sulla griglia di partenza della STK 600, la tensione è altissima e può giocare brutti scherzi a piloti “di primo pelo” come i giovanissimi di questa categoria. Questa volta, a pagare il prezzo dell’eccessiva foga è il poleman Adrian Nestorovic che, dopo essersi fatto sfilare dal compagno di squadra, Gauthier Duwelz, esagera alla prima staccata, cadendo e rischiando di essere travolto da Tony Coveña. Nulla di grave per l’australiano che però termina la gara in anticipo.

PROVE DI FUGA
La scivolata di Nestorovic apre un piccolo divario tra Duwelz e gli inseguitori. Il belga ne approfitta, inanellando una serie di giri veloci e accennando così un tentativo di fuga. Dietro di lui è battaglia vera con Franco Morbidelli che si trova in “buona compagnia” insieme al compagno di squadra Alessandro Nocco, autore di una buona partenza dall’ottava casella e con Bastien Chesaux. Nocco molla dopo pochi giri, lasciando soli lo svizzero e l’italiano.

AGGANCIO RIUSCITO
I due non vogliono perdere terreno e si lanciano in una disperata rincorsa sulla scia di Duwelz, portandosi dietro anche un “cliente” scomodo, Tony Coveña. Il riaggancio con il pilota belga avviene e la fuga è sventata. Gli ultimi giri della gara sarebbero da sconsigliare ai deboli di cuore. Ad ogni curva un sorpasso, con i piloti che non risparmiano le loro moto e il loro coraggio. Del quartetto che si è formato davanti, l’unico che sembra soffrire il passo è il nostro Morbidelli che però si sta preparando per il gran finale.

MORBIDELLI A MANETTA
Dopo aver lasciato sfogare gli altri, Morbidelli nell’ultimo giro decide di prendere in mano la situazione, portandosi davanti a tutti alla curva 8. Una manovra al limite che porta all’errore Coveña. Resta da gestire il “problema” Duwelz e il pilota di Tavullia lo fa a modo suo, dando del gran gas e uscendo dall’ultimo curvone davanti al rivale per soli 62 millesimi. Distacchi decisamente contenuti per i primi quattro piloti, racchiusi in poco più di due decimi. Buona prestazione anche per gli altri italiani, con il quinto e sesto posto occupati rispettivamente da Christian Gamarino e Alessandro Nocco. Seguono Luca Vitali, 9°, Luca Salvadori, 11°, Stefano Casalotti, 12°, Federico D’Annunzio, 13°, Riccardo Cecchini, 14°, Nicola Morrentino, 16° e autore di una buona rimonta dal penultimo posto, Nicolas Stizza, 17°, Manuel Tatasciore, 18° e Simone Pellegrini, 22°.

"Sono contentissimo: gara difficile ma bellissimaracconta Franco Morbidelli - la squadra mi ha messo a disposizione un ottima moto ed ho potuto lottare al meglio. Quando mi sono visto dietro quasi non ci speravo più ma ci ho creduto fino alla fine ed è arrivata una vittoria per me molto importante. Ringrazio la mia famiglia, la San Carlo, tutti gli sponsor e il mio Team. Lavoriamo bene assieme e c'è un grande feeling. Possiamo fare molta strada se resteremo umili e con i piedi per terra."

Europeo Superstock 600 Portimão – classifica gara
1. Franco Morbidelli (San Carlo Team Italia) Kawasaki ZX-6R 18'20.298

2. Gauthier Duwelz (MTM-MVR Racing Team) Yamaha YZF R6 18'20.360

3. Bastien Chesaux (EAB Ten Kate Junior Team) Honda CBR600RR 18'20.401

4. Tony Coveña (Nito Racing) Kawasaki ZX-6R 18'20.518

5. Christian Gamarino (Team Goeleven) Kawasaki ZX-6R 18'23.961

6. Alessandro Nocco (San Carlo Team Italia) Kawasaki ZX-6R 18'25.082

7. Mathieu Marchal (Coutelle Racing Team) Yamaha YZF R6 18'25.938

8. Robin Mulhauser (MTM-MVR Racing) Yamaha YZF R6 18'31.928

9. Luca Vitali (Suriano Racing Team) Suzuki GSX-R600 18'32.112

10. Mike Jones (Agro-On Racedays Honda) Honda CBR600RR 18'35.498

11. Luca Salvadori (PATA by Martini Team) Yamaha YZF R6 18'35.664

12. Stefano Casalotti (VFT Racing) Yamaha YZF R6 18'37.455

13. Federico D'Annunzio (PATA by Martini Team) Yamaha YZF R6 18'37.594

14. Riccardo Cecchini (Team Lorini) Honda CBR600RR 18'37.790

15. Dominic Schmitter (Hagn-Skm by Knobi.at) Yamaha YZF R6 18'38.763

16. Nicola Jr. Morrentino (Team Trasimeno) Yamaha YZF R6 18'44.379

17. Nicolas Stizza (Team Trasimeno) Yamaha YZF R6 18'44.383

18. Manuel Tatasciore (Bike e Motor Racing Team) Yamaha YZF R6 18'44.568

22. Simone Pellegrini (Trasimeno Team) Yamaha YZF R6 18'55.583

 


Europeo STK 600 2013 – Portimão: classifica generale
1. Gauthier Duwelz (Yamaha) 77

2. Bastien Chesaux (Honda) 56

3. Franco Morbidelli (Kawasaki) 54

4. Tony Coveña (Kawasaki) 52

5. Nicola Jr. Morrentino (Yamaha) 33

6. Robin Mulhauser (Yamaha) 32

7. Adrian Nestorovic (Yamaha) 31

8. Christian Gamarino (Kawasaki) 31

9. Luca Salvadori (Yamaha) 27

10. Alessandro Nocco (Kawasaki) 25

11. Wayne Tessels (Suzuki) 19

12. Stefano Casalotti (Yamaha) 19

13. Niki Tuuli (Yamaha) 17

14. Manuel Tatasciore (Yamaha) 16

15. Luca Vitali (Suzuki) 15

18. Federico D'Annunzio (Yamaha) 8

22. Riccardo Cecchini (Honda) 2

 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA