di Beppe Cucco - 16 luglio 2019

Pikes Peak: si pensa di escludere le moto

Dopo l’incidente che è costato la vita a Carlin Dunne nell’ultima edizione della Pikes Peak gli organizzatori stanno valutando di escludere le moto dal programma della celebre cronoscalata

1/11 Rennie Scraysbrook con l'Aprilia Tuono 1100 alla Pikes Peak 2019

Dopo la scomparsa di Carlin Dunne all’ultima edizione della Pikes Peak, gli organizzatori della celebre cronoscalata stanno valutando di escludere le moto dalla competizione, già a partire dalla prossima stagione. In un articolo pubblicato dal quotidiano del Colorado “The Gazette Megan Leatham, la direttrice esecutiva della gara, in merito alla morte di Dunne ha commentato Ha subìto un high-side, ma alla Pikes Peak non c’è spazio per gli errori". Megan, senza troppi giri di parole, ha poi aggiunto: "Penso che sia la fine delle moto nel programma della gara.”

Uno stop alle moto non sarebbe una novità alla “Corsa verso le Nuvole”, che nelle sue 97 edizioni ha già lasciato ai box le due ruote per ben cinque volte. Nel corso degli anni è stato fatto di tutto per rendere la competizione sempre più sicura, come asfaltare l’ultima parte del tracciato nel 2011. Le misure adottate non hanno, però, raggiunto l’obiettivo prefissato, tanto che a patire dal 2016 gli organizzatori hanno deciso di escludere dalla partecipazione le moto con i semimanubri. Ora, dopo l’incidente di Dunne, il sesto stop alle moto sembra molto probabile…

1/12 Carlin Dunne alla Pikes Peak 2019 con la Ducati Streetfighter V4
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli