29 giugno 2010

Pike’s Peak 2010: Ducati vince con la Multistrada nella categoria 1200. KTM fa il record in 750

Ducati si è aggiudicata la vittoria nella classe 1.200 cc con la Multistrada pilotata da Greg Tracy, mentre Gary Trachy ha realizzato il record della 750 cc, in sella alla KTM

Pike’s peak 2010: ducati vince con la multistrada nella categoria 1200. ktm fa il record in 750

Colorado Spings (Colorado – STATI UNITI) 28 giugno 2010CLASSE 1.200 Ducati si è aggiudicata la vittoria nella classe 1.200 cc della Pike’s Peak, la gara in salita che si disputa sui moti statunitensi del Colorado. Il pilota di Borgo Panigale era Greg Tracy, con il numero 555, che, in sella alla Multistrada 1200, ha concluso la corsa in 11’46”6. La Casa bolognese ha ottenuto anche il terzo gradino del podio, sempre nella categoria 1.200 cc, con un’altra Multistrada, affidata a Alexander Smith, che è arrivato al traguardo in 12’53”4. Questa la classifica delle 1.200 cc schierate alla Pike’s Peak:

 

1) 555 Greg Tracy 1205 CC MULTISTRADA      11’46”6

2) 136 Walker Pew 1205 CC  BUELL– SST             12’35”6

3) 55 Alexander Smith 1205 CC MULTISTRADA 12’53”4

4) 8 Rob Smith 1205 CC –BUELL S1 Lightning      14’22”0

 

Ma alla Pike’s Peak è arrivato anche un altro successo: quello di Gary Trachy, che, con la KTM SMX ha segnato il record assoluto della categoria 750 cc, terminando la salita in 11’33’7, ben otto secondi in meno del precendete primato della classe, che fu realizzato nel 2007 da Davey Durelle.

 

Ha dichiarato Greg Tracy: “È stata una settimana entusiasmante. Desidero ringraziare Ducati per quest’opportunità. La Multistrada 1200 si è rivelata una moto fantastica. Hanno lavorato tutti alla perfezione e la moto era incredibilmente veloce (è arrivata a toccare 220 km/h) e performante sia sullo sterrato, sia sull’asfalto. Quando ancora non correvo e vedevo i team ufficiali vincere gare come questa, ero convinto che avessero motori da 100mila dollari e che per questo andassero così veloci. Evidentemente mi sbagliavo. Sono al mio primo anno su una moto ufficiale e posso dirvi che, almeno in questo caso, è completamente di serie: un po’ di carbonio in più per renderla ancora più leggera, qualche regolazione di ciclistica, e la moto era già pronta ad affrontare la salita del Pike’s Peak e, ovviamente, a vincere”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli