SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

Philippaerts (Yamaha) conquista Faenza e titolo iridato Cross MX1

L’ultima gara del Mondiale Cross era in Italia, a Faenza, e la vittoria nel campionato è stata assegnata all’italiano David Philippaerts, ufficiale a tre diapason, che se l’è guadagnata lottando sul campo con Ramon (Suzuki) e de Dycker (Suzuki). Nella carriera dell’italiano era la prima stagione con la Yamaha, ma il ventiquattrenne è stato in grado di riportare il team agli splendori vissuti con Everts.

Philippaerts (yamaha) conquista faenza e titolo iridato cross mx1




Faenza (RAVENNA) 14 settembre 2008
IRIDE TRICOLORE Si è concluso il Campionato Mondiale di cross e l’italiano David Philippaerts, con una radice belga nell’albero genealogico, come rivela il suo nome, ha conquistato i cuori e gli sguardi degli spettatori presenti a Faenza vincendo il titolo iridato in Classe MX1, in sella alla Yamaha ufficiale. Sfortunatamente nel Mondiale non si è potuto assistere un’altra vittoria in Classe MX2 di Tony Cairoli, infortunatosi e ritiratosi prima del termine della stagione. Philippaerts si è portato a casa il successo iridato con 509 punti davanti al belga Steve Ramon (Suzuki), secondo con 495, e al connazionale di Ramon Ken de Dycker (Suzuki), terzo con 490 punti. Gli ultimi italiani ad aver vinto un Mondiale nel cross sono stati Michele Rinaldi (Suzuki) nel 1984 in 125, Alex Puzar, che nel 1990 cavalcava una Suzuki 250 2T e nel 1995 con una Honda in 125, Chicco Chiodi nel 1997 con Yamaha e 1998, 1999 con Husqvarna, 1999 Andrea Bartolini Mondiale 500 con Yamaha, infine Tony Cairoli iridato 2005 e 2007 con Yamaha team De Carli. Philippaerts è il primo italiano nella storia a vincere il Mondiale MX1.

AMORE A PRIMA VISTA
Per David, ventiquattrenne di Pietrasanta (LU), era la prima stagione in sella a una Yamaha, da quando milita nelle file del cross iridato, ma è stato amore a prima vista. Philippaerts ha riportato sul primo gradino del podio mondiale la Casa dei tre diapason in MX1, che non vinceva da quando nel 2006 si era ritirato il campione Stefan Everts, perchè il pilota del 2007 Joshua Coppins perse il titolo già vinto per un infortunio alla spalla. L’iride di David è arrivata con tre vittorie stagionali (Portogallo Gara 1, Bulgaria Gara 1, Repubblica Ceca Gara 2), cinque secondi piazzamenti (Spagna Gara 1, Portogallo Gara 2, Bulgaria Gara 2, Italia Gara 2, Sud Africa Gara 1) e cinque terze posizioni (Gran Bretagna Gara 2, Germania Gara 1, Repubblica Ceca Gara 1, Benelux Gara 1 e finale di Faenza Gara).

PASSATO
David Philippaerts ha segnato il proprio successo a Namur (Belgio) nel 2005, con un secondo posto di manche dietro a Tony Cairoli in MX2, seguito da un quarto posto a Teutschenthal 05 grazie al quale gli fu affidata la KTM ufficiale 250 4T di Tyla Rattray che si era infortunato. In sella all’austriaca conquistò un secondo posto assoluto nel GP d´ Inghilterra, poi un terzo posto assoluto nel Gran Premio di casa a Castiglione del Lago. La prima vittoria di gran premio la ottenne in Francia, con 20´ di vantaggio sull’inseguitore nella prima manche e una incredibile rimonta da 20° fino al 3° nella seconda. Seguì un terzo posto assoluto nella gara successiva in Svezia ed una spettacolare vittoria di gran premio in Sud Africa, con due manche in rimonta dagli ultimi posti fino a un secondo e un primo posto di manche. David concluse il Mondiale 2005 si con il quarto posto assoluto. Da allora è sempre rimasto alla KTM, con la quale ha ottenuto il terzo posto nel Campionato MX2 2006 e il passaggio di categoria in MX1 nel 2007, quest’ultimo, però, con scarso successo. Nella stagione 2008 è stato “ingaggiato” dalla Yamaha per il Mondiale MX1 e ha portato la Casa dei tre diapason a vincere la battaglia per l’iride, dopo due anni dal ritiro di Everts.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA