SPECIALE SALONE EICMA 2021
Tutte le novità Casa per Casa

Peugeot Scooter: possibile cessione a Mahindra

Il settore delle due ruote della Casa francese è in negativo e girano voci secondo cui Peugeot Scooter potrebbe finire nelle mani della società indiana, il cui obiettivo è incrementare i propri sforzi sul mercato orientale. Nessuna conferma ufficiale da parte delle due Case

Peugeot scooter: possibile cessione a mahindra

Ieri abbiamo aperto la giornata parlando di una bella novità Peugeot, il Satelis2 400i, ma dobbiamo tornare in tema perchè ci sono altre news, di carattere economico finanziario, che riguardano la Casa di Parigi. I numeri parlano chiaro, purtroppo: i mercati asiatici sono in continua crescita però a discapito di quello europeo e una delle aziende del mondo delle ruote che più sente questa profonda crisi è Peugeot Motorcycle. La Casa francese è in difficoltà già a partire dai primi anni 2000, a seguito della massicce ondate di importazioni cinesi in Europa. Voci non confermate (per ora) danno per certa l’acquisizione del ramo d’azienda Peugeot Scooters da parte della società indiana Mahindra & Mahindra, grande produttore indiano di trattori, SUV e scooter, il cui marchio compare però anche sulle piste del Motomondiale (classe Moto3, coi piloti ufficiali Migno e Oliveira, nonché i ragazzi del team Italia, Ferrari e Locatelli). La notizia è stata data pochi giorni fa dall’agenzia Bloomberg e dalla stampa francese, ma le due Case interessate non hanno ancora rilasciato commenti in proposito.

 

IL QUADRO GENERALE

Dopo i numerosi problemi incontrati nei primi anni del 2000, nel 2007 Peugeot Scooter ha deciso di unire le proprie forze a quelle del costruttore cinese Jinan Qingqi, producendo direttamente in Cina mezzi a due ruote di primo prezzo, per competere con la concorrenza. La maggior parte della produzione è stata trasferita, con la conseguente chiusura dello stabilimento di Dannemarie (Haut-Rhin) nel 2012. Ora l'azienda transalpina, con il solo impianto di Mandeure (nella Francia orientale), ha deciso di concentrarsi sulla produzione di scooter ad alto valore aggiunto, come ad esempio Metropolis (qui il nostro test), scooter a tre ruote che vorrebbe erodere quote di mercato al best seller Piaggio MP3, molto apprezzato in terra francese. A causa del prezzo ritenuto troppo alto e dei problemi di affidabilità, l'obiettivo originale di produrre 7.000 unità del Metropolis all'anno non è stato raggiunto e dalla fabbrica ne sono usciti soltanto 4.000. Il nuovo CEO di Peugeot, Carlos Tavares, ha sottolineato che il business scooter è un peso per il gruppo, non nascondendo la propria determinazione di rimuovere tutte le fonti di perdita.

 

DALLA FRANCIA ALL’INDIA

Mahindra sembra essere la soluzione ai problemi. Sei anni fa, la società indiana ha acquistato la Kinetic Motor Co. e ha iniziato a produrre scooter per aumentare le vendite in un Paese dove le due ruote superano le auto nella misura di circa sei a uno. L’obiettivo è quello di tenere testa a Hero e Honda Moto & Scooter India, che insieme controllano circa i due terzi del mercato delle due ruote nel subcontinente. Questo anche in vista del fatto che Honda sta costruendo una nuova fabbrica di scooter nello stato del Gujarat , impianto che dovrebbe essere completato circa a marzo 2016. Per Mahindra, l’alleanza con Peugeot permetterà di dare un forte impulso alla produzione e alla vendita delle due ruote, in India come sul mercato internazionale, nonché di acquisire tecnologia. Non è chiaro se il termine "acquisizione dello scooter business Peugeot" sottintenda la volontà degli indiani di continuare a produrre scooter col marchio del Leone o piuttosto quella di "rimarchiare" col proprio logo scooter Peugeot... già pronti.

Rimaniamo quindi in attesa di eventuali conferme ufficiali e di maggiori dettagli sulla ventilata operazione.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>

Tags

© RIPRODUZIONE RISERVATA