Peugeot: ecco la moto del ritorno alle corse

Nella sala stampa dell’Autodromo del Mugello abbiamo partecipato alla presentazione del nuovo team Peugeot Scooters Oral FTR, quest’anno impegnato nella Moto3 del CIV. La 250 cc realizzata in collaborazione con Oral Engineering (motore) e FTR (telaio) segna il ritorno dello storico marchio francese sul serbatoio di una moto. Per ora racing, poi se tutto va bene...

Peugeot: ecco la moto del ritorno alle corse

La Peugeot torna ufficialmente alle corse motociclistiche: parteciperà alla Moto3 del CIV, al Campionato Europeo ad Albacete e come wild card in una gara del Mondiale. I più giovani forse scuoteranno la testa di fronte a questa affermazione, ignari del fatto che la Casa del Leone, già 110 anni fa, ossia nel 1904, faceva segnare un record mondiale di velocità con una moto (una 12 HP, alla velocità di 123,249 km/h) e, solo tre anni più tardi, nel 1907, il bicilindrico Peugeot montato sulla Norton dell’inglese Fowler vinceva la prima edizione del Tourist Trophy sull’Isola di Man. Questi e molti altri successi sono il biglietto da visita del team Peugeot Scooters Oral FTR (qui la gallery completa).

Alla presentazione nella sala stampa del Mugello (dove la moto scende in pista per il primo appuntamento agonistico: la gara di apertura del CIV 2014) c’eravamo anche noi di Motociclismo, e abbiamo intervistato Enrico Pellegrino, amministratore delegato di Peugeot Scooters Italia.

 

“UN PROGETTO AMBIZIOSO”

È stato lo stesso Pellegrino a definire questo ritorno alle corse una scelta “coraggiosa”. Ma ha anche ricordato le origini di Peugeot, legate alle competizioni, motivando il ritorno sulla griglia di partenza con una parola: passione. “Le corse – ha affermato Pellegrino – sono il miglior veicolo per un Marchio: passione, tecnologia, sfida”. Per farlo Peugeot si è affidata alla modenese Oral Engineering per quanto concerne la parte motoristica, mentre, per quanto riguarda il telaio, la firma è dell’inglese FTR. L’obiettivo, insomma, non è partecipare, ma vincere (o almeno provarci).

A condurre questa nuova Peugeot-Oral-FTR ci penserà Lorenzo Dalla Porta, 16enne toscano già Campione d’Italia della 125 GP nel 2012, che si è così espresso in conferenza stampa: “Un gran bel progetto. In questi giorni abbiamo lavorato sullo sviluppo del telaio. Dopo i test al Mugello non eravamo molto soddisfatti, ma ad Imola abbiamo messo a posto un po’ di cosette. Saremo competitivi sin da questa gara”. Il Capotecnico sarà invece Daniele Cecchini, che negli anni ha lanciato talenti come Pasini e Iannone. Di seguito la nostra intervista all'amministratore delegato di Peugeot Scooters Italia.

 

ENRICO PELLEGRINO: "UNA NUOVA MOTO PEUGEOT? TUTTO È POSSIBILE, NE RIPARLIAMO TRA 2 O 3 ANNI"

 

Il ritorno alle corse che ripercussioni avrà nella produzione?

“Le corse sono un laboratorio. Ci auguriamo che dall’esperienza delle corse, da collaborazioni importanti con la Oral possano arrivare dei suggerimenti e quindi delle sinergie da portare sul mercato. Questo è sicuramente uno degli obiettivi”.

 

State pensando, per quanto riguarda il futuro, al debutto di una moto stradale?

“È una cosa possibile, lo facevamo. Lo abbiamo fatto per 80 anni, fino al 1983. Poi Peugeot ha deciso di concentrarsi su una mobilità urbana… Quindi non è un sì e non è un no, ma tutto è possibile. Se i risultati di questo progetto soddisferanno le aspettative che abbiamo, perché no. Ora comunque dobbiamo completare un ciclo produttivo di prodotto che finirà in 2-3 anni: significa rinnovare tutta la gamma e non solo. Una volta che sarà completato questo ciclo produttivo di innovazione i risultati commerciali dovranno darci ragione…”.


Riguardo l’ipotesi di effettuare una wild card nel Mondiale?

“Dipende solo dai risultati. Vorremmo arrivare al Mondiale nel giro di due anni. L’obiettivo principale di questo progetto è avere visibilità e promuovere il Marchio. Se avrò avuto ragione, tutto sarà possibile”.

 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA