Peugeot Citystar: test

Provato a St. Tropez, sulla costa azzura francese il nuovo scooter Citystar 125, economico compatto con motore a quattro valvole.

Peugeot citystar: test

Per la mobilità urbana il Marchio del leone punta dritto verso la strada aperta dall’Honda PCX presentando il nuovo Peugeot Citystar 125, definito dall’azienda stessa un GT compatto, studiato espressamente per muoversi comodi in ambiente cittadino. Le premesse ci sono tutte: di dimensioni contenute ma capace di garantire abitabilità (con una sella ampia e ben imbottita e pedane a scomparsa dedicate al secondo a bordo) e protettività (grazie ad un binomio scudo-parabrezza ben dimensionato) per due persone, è anche dotato di un buon vano sottosella, che permette di caricare con facilità un casco integrale ed un piccolo demi-jet. Dietro lo scudo c’è invece un vano molto piccolo, sufficiente per il cellulare e poco altro, non protetto da una chiave, ma con una comoda presa 12V.

 

In movimento ne abbiamo apprezzato la grande agilità, garantita dalle ruote da 13” e dal serbatoio sistemato sotto alla pedana, che permette di districarsi con facilità nel traffico. Il rovescio della medaglia è una certa tendenza dell’anteriore a “navigare” nelle curve più veloci in appoggio, dove il Citystar va guidato per tutta la percorrenza. Bene comunque le coperture Michelin Pilot Sporty di primo equipaggiamento e l’impianto frenante, potente e modulabile quanto basta. Solo dal propulsore di 125 a 4 tempi, con iniezione elettronica e 4 valvole raffreddato a liquido, ci saremmo aspettati un po’ di brio in più, soprattutto per quanto riguarda lo spunto da fermo. Tra le curve e in allungo ci ha invece soddisfatto. In un secondo tempo è previsto anche il lancio della versione con motore da 200 cc, che abbiamo potuto provare in anteprima, e che porta in dote quella vivacità nei primi metri sconosciuta al fratello minore, oltre che prestazioni globalmente decisamente superiori in ogni situazione. Il Peugeot Citystar 125 sarà disponibile entro maggio ad un prezzo di 3.450 euro c.i.m, mentre la versione 200 cc costerà 3.590 euro c.i.m.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>

Tags

© RIPRODUZIONE RISERVATA