Pedrosa, Lorenzo, Marquez e Rossi: “fantastici 4” al top in FP3 a Jerez

Dani, Lorenzo, Marquez e Rossi: ecco chi comanda la terza sessione di libere sul circuito spagnolo. I tempi sono abbastanza ravvicinati e ci aspettiamo un po’ di show in qualifica. Solo una Ducati in top 10; sorprendente Edwards

Pedrosa, lorenzo, marquez e rossi: “fantastici 4” al top in fp3 a jerez

Dopo la prima giornata di Libere, in cui Aleix Espargaro e Marc Marquez avevano cominciato a far vedere il proprio potenziale (e quello della pista), seguiti dagli altri… soliti: Lorenzo, Rossi, Dovizioso e Pedrosa. Ma si sa, le prime libere dicono poco, si tratta principalmente di affinare le regolazioni e di procedere alle scelte di gomme (qui le novità Bridgestone, che ovviamente continua a fornire gli pneumatici per la MotoGP anche se ha annunciato il ritiro) e per chi gioca a FantaMOTOCICLISMO è ancora presto per fare pronostici. Per sapere tutto del nostro gioco (il migliore tra i partecipanti diventa tester di Motociclismo per un giorno) cliccate sul pulsante arancione.

 

 

Con la seconda giornata si comincia a fare sul serio e le FP3 sono cruciali per definire chi accede direttamente alle Q2 (qui gli orari TV) e chi deve invece giocarsi nella Q1 gli ultimi due posti disponibili. Tanto per cominciare i tempi scendono. Se al venerdì il best lap era stato quello di Aleix Espargaro nelle FP1 (1'39”357), nella terza sessione di libere sono in molti a scendere sotto il “40”, peccato che Pedrosa e Lorenzo facciano meno di “39”: rispettivamente 1'38”769 e 1'38”918. Ma anche Marquez e Rossi non sono messi male, con distacchi contenuti rispettivamente in poco più di 2 e 3 decimi.

 

ORGOGLIO TEXANO

Un sorprendente Edwards occupa la quinta piazza, con tempi per una volta migliori di quelli del suo compagno di tea, Aleix Espargaro (7°). Colin sarà forse galvanizzato dalle voci di abbandono anticipato dopo aver annunciato il ritiro a fine stagione? Il suo team Manager, Cuzari, ha lasciato sibillinamente intendere che se Colin volesse fermarsi lui lo capirebbe e lo lascerebbe fare, magari per soostituirlo con quel Petrucci per cui ha manifestato stima (e che oggi è stato penalizzato da un problema tecnico). Certo, poi Cuzari ha ritrattato con la solita formula del “le mie parole sono state mal interpretate  dai giornalisti”, ma intanto il sasso nello stagno è gettato. Oppure, semplicemente, Edwards ha sfruttato al meglio la gomma morbida che la Bridgestone riserva alle Open.

 

DAVANTI CI SONO SEMPRE I “FAB FOUR”

Ma torniamo alle prove. Inizialmente sono Lorenzo, Marquez e Pedrosa a portarsi in testa, con Bradl e Valentino a seguire. Durante la sessione le posizioni di testa non cambiano, nonostante i tentativi di Marquez di farsi valere. La velocità di Jorge è infatti notevole e il maiorchino mantiene la testa, seppur di pochi millesimi su Marc. In tema di Open o “quasi Open”, la Ducati di Dovizioso è dentro il gruppo delle 10 moto che accedono subito alla Q2, mentre quelle di Iannone, Pirro (qui in veste di wild card) e Crutchlow devono faticare di più contro le Honda satellite di Bradl e Bautista, le Yamaha del team Tech3 e la Open di Aleix.

Nei minuti finali ci sono i colpi di coda di Rossi (che soffia a Bradl il 4° posto) e Pedrosa, che passa in testa, mentre i primi ad essere esclusi dall’accesso diretto alla Q2 proprio i due piloti Ducati, Pirro e Iannone.

 

DUCATI: STORIE DIVERSE

Comunque Michele sta facendo bene, dimostrando di aver acquisito un buon feeling con la moto (era stato lui il primo a rammaricarsi per il risultato mediocre in argentina, quasi che sapesse di avere un potenziale molto più alto). Iannone ci ha invece abituato a delle prove più… garibaldine, mentre Cal è al rientro dopo l’infortunio alla mano e gli possiamo concedere qualche attenuante. Dovizioso, che era stato brillante in FP2, ha per ora raggiunto l’obbiettivo minimo dell’accesso alla Q2, ma serve ovviamente qualcosa di più per entusiasmare davvero il popolo delle Rosse.

 

Siamo sicuri che le qualifiche saranno divertenti e combattute, non ci resta che seguirle in diretta: qui gli orari TV, e buon divertimento.

 

MONDIALE MOTOGP 2014 JEREZ - PROVE LIBERE 3

Pos.

Pilota

Paese

Moto

Tempo

Distacchi

1

Dani PEDROSA

SPA

Honda

1'38.769

 

2

Jorge LORENZO

SPA

Yamaha

1'38.918

0.149 / 0.149

3

Marc MARQUEZ

SPA

Honda

1'39.007

0.238 / 0.089

4

Valentino ROSSI

ITA

Yamaha

1'39.094

0.325 / 0.087

5

Colin EDWARDS

USA

Forward Yamaha

1'39.200

0.431 / 0.106

6

Stefan BRADL

GER

Honda

1'39.238

0.469 / 0.038

7

Aleix ESPARGARO

SPA

Forward Yamaha

1'39.267

0.498 / 0.029

8

Andrea DOVIZIOSO

ITA

Ducati

1'39.439

0.670 / 0.172

9

Pol ESPARGARO

SPA

Yamaha

1'39.530

0.761 / 0.091

10

Bradley SMITH

GBR

Yamaha

1'39.561

0.792 / 0.031

11

Michele PIRRO

ITA

Ducati

1'39.597

0.828 / 0.036

12

Andrea IANNONE

ITA

Ducati

1'39.694

0.925 / 0.097

13

Yonny HERNANDEZ

COL

Ducati

1'39.765

0.996 / 0.071

14

Alvaro BAUTISTA

SPA

Honda

1'39.823

1.054 / 0.058

15

Hiroshi AOYAMA

JPN

Honda

1'39.859

1.090 / 0.036

23

Danilo PETRUCCI

ITA

ART

1'41.971

3.202 / 0.029

 

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA