Patente A2, cambiano le regole per conseguirla

Una nuova direttiva impone agli stati membri della Comunità Europea di rivedere le norme che regolano l’esame pratico per il conseguimento della patente A2. Dal 1 novembre l’esame si potrà fare con moto e scooter di cilindrata inferiore rispetto ad ora

1/9

La patente A2, che si può prendere a 18 anni. è quella che permette di guidare moto e scooter con potenza fino a 35 kW – 47,6 CV (o con rapporto peso/potenza di 0,2 kW/kg, ma i veicoli depotenziati non devono derivare da un propulsore che in origine sviluppi oltre 95,2 CV). Fino ad oggi per conseguire la patente A2 il candidato doveva sottoporsi all’esame pratico con una moto di almeno 400 cc e potenza compresa tra i 25 e i 35 kW. Ora però le cose sono destinate a cambiare: l'Unione europea ha pubblicato la direttiva (UE) 2020/612, che modifica la 2006/126 / CE del Parlamento europeo relativa alle patenti di guida ed entrerà in vigore il 25 maggio. Uno degli emendamenti è l'abbassamento del limite della cilindrata di moto e scooter da usare per l’esame della patente A2.

La modifica è stata chiesta dalla FEMA (Federazione Europea delle Associazioni Motociclistiche), in quanto spesso le moto di 400 cc in uso alle autoscuole sono vecchie e potrebbero risultare troppo ingombranti e pesanti (paragonate ai modelli attuali) per donne e uomini di bassa statura. Al punto 3 della direttiva Europea 202/612 si legge: “i requisiti per i motocicli della categoria A2 da utilizzare per la prova di verifica delle capacità e dei comportamenti devono essere adeguati al progresso tecnico, in particolare per quanto riguarda lo sviluppo dei motori a combustione e del telaio e l’uso più ampio di motocicli elettrici. L’adeguamento delle specifiche tecniche per i veicoli di prova della categoria A2 dovrebbe inoltre garantire che i candidati siano sottoposti a prove su veicoli rappresentativi della categoria per la quale la patente di guida è rilasciata”. Una postilla in fondo alla direttiva aggiunge: “se il motociclo è a motore a combustione interna, la cilindrata del motore dev’essere almeno di 250 cc”.

Gli Stati membri dell’Unione Europea avranno tempo fino al 1° novembre per adattarsi alla nuova direttiva. Dopo tale data, quindi, l’esame per la patente A2 potrà essere sostenuto anche in sella a moto di 250 cc. In ogni caso vi ricordiamo che, come ora, all’esame non sarà obbligatorio usare una moto a marce, ma se si usa un mezzo col cambio automatico la patente sarà limitata ai "senza marce".

1/9
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli