di Nicolas Patrini - 09 novembre 2019

Panther di Hadin, la nuova cruiser elettrica

Hadin presenta al Salone di Milano una nuova cruiser elettrica. Si chiama Panther e tra le caratteristiche principali vanta un propulsore da 45 kW, tre riding mode, due telecamere per riprendere il viaggio in HD, fari full-LED. L'autonomia massima è di 220 km

1/10

Hadin Panther 2020

A Eicma 2019 debutta la Panther, la nuova cruiser 100% elettrica che strizza l’occhio alla tradizione americana e allo stile cruiser. La moto rappresenta la prima creazione di Hadin, un nuovo brand californiano nato nel 2016, e sarà prodotta a Wuxi, in Cina. L’inizio della produzione in serie è previsto nella prima metà del 2020, con una capacità annua, a pieno regime, di 1.500 moto. Panther sarà distribuita a livello mondiale, sempre nella prima metà del 2020, con l’Europa come principale mercato.

1/20

Hadin Panther 2020

I fari di Panther hanno 4 lenti LED con fasci di luce orientati verso l’alto e verso il basso che consentono di illuminare distanze differenti; anche la luce del freno è a LED. Le sospensioni sono regolabili su 3 livelli: Soft, Normal e Hard. Panther è spinta dal motore elettrico asincrono, totalmente sviluppato e prodotto all’interno dell’azienda. Il propulsore assicura una potenza di 45 kW ed è alimento dalla batteria Ternary Lithium di Panasonic, fornita con garanzia di 5 anni e con sistema di gestione dedicato (BMS).

1/11

Hadin Panther 2020

Per andare incontro ai diversi stili di guida, Panther è prevista con 3 differenti mappature – Eco, Normal e Sport – selezionabili tramite il pulsante posto sul manubrio. La modalità Eco consente di percorrere 220 km con un’unica carica, a velocità massima di 70 km/h; con quella Normal si possono percorrere 180 km, a velocità massima di 100 km/h; quella Sport, infine, sfrutta pienamente la potenza del motore elettrico, arrivando a una velocità massima di 129 km/h, con un’autonomia di 160 km.

1/30

Hadin Panther 2020

La ricarica della batteria viene eseguita da un sistema alloggiato nel serbatoio della motocicletta: una presa singola con 2 uscite diverse, una per le prese domestiche - ci vogliono dalle 6 alle 8 ore per la ricarica completa - l'altra compatibile con le colonnine di ricarica per veicoli elettrici, con un tempo di ricarica più veloce: mezz'ora per l'80% della carica e 2 ore per la ricarica completa. La chiave non è necessaria per avviare il motore: una tecnologia con lettore di impronte digitali, posizionato sulla parte superiore del serbatoio, permette un’accensione veloce, con la possibilità di registrare più impronte. Per l’accensione/spegnimento della moto è possibile utilizzare anche una speciale App dedicata, disponibile per sistemi iOS e Android, che consente di eseguire numerose funzioni tramite connessione wireless. Non manca il tradizionale interruttore posto sul manubrio.

1/30

Hadin Panther 2020

La visualizzazione di contenuti dello smartphone, così come di tutti i principali parametri della moto quali ad esempio il livello di carica della batteria, la sua tensione e capacità, gli allarmi, le informazioni di navigazione e il funzionamento dell'ABS vengono visualizzati su un quadro di bordo rettangolare, un TFT a colori da 7”. Sull’anteriore e sul posteriore, Panther ospita due videocamere HD per registrare ogni istante del viaggio. Tutti i video sono caricati su una scheda SD e possono essere visti, in qualsiasi momento, anche sullo smartphone attraverso la App Hadin.

1/30

Hadin Panther 2020

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultimi articoli