Öhlins diventa americana

L'azienda di componentistica automotive Tenneco è pronta a sborsare 160 milioni di dollari per acquisire Öhlins. Il fondatore Kenth rimarrà come socio di minoranza
1/27 Le ali della Ducati Panigale V4 R 2019
Tenneco, azienda americana produttrice di componentistica per il settore automotive, è pronta ad acquisire lo specialista svedese delle sospensioni Öhlins. La notizia è stata diramata dalla stessa Tenneco, che ha comunicato l'intenzione di voler portare a termine l'acquisto. La voce, infatti, era nell'aria già da qualche mese, ma ancora mancava l'ufficialità, che ora è arrivata.

Tenneco pagherà circa 150 milioni di euro (160 milioni di dollari) per acquisire Öhlins. Il fondatore, e attuale proprietario, Kenth Öhlin rimarrà all'interno della nuova società, come socio di minoranza. La vendita verrà portata a termine all'inizio del 2019, previa approvazione da parte delle autorità antitrust.

La storia di Öhlins

L'Azienda viene fondata da Kenth Öhlin nel 1976 in Svezia. Nel 1987 Yamaha rileva la maggior parte delle azioni, ma la società continua ad esistere come società indipendente. Alla fine del 2007, il fondatore Kenth riacquista le azioni della società dai giapponesi.

Oggi Öhlins impiega 320 persone nella sua sede svedese di Upplands Väsby, dove si trovano i principali dipartimenti di ricerca e sviluppo e il sito di produzione. L'Azienda ha anche filiali in tutto il mondo: Tailandia, Germania e Carolina del Nord.

I video di MOTOCICLISMO

Guarda tutti i video di MOTOCICLISMO >>
© RIPRODUZIONE RISERVATA