di Beppe Cucco - 11 marzo 2019

Il Texas cerca di fermare i furbetti che viaggiano senza casco

È stato chiesto di modificare la legge che impedisce ai poliziotti di fermare i motociclisti che viaggiano senza casco. Questo importante dispositivo di sicurezza, però, rimane obbligatorio solo per pochi…
1/3

Il Texas è uno degli stati americani che consente ai motociclisti di viaggiare senza casco, con il vento tra i capelli. Questa libertà è limitata però da alcune restrizioni:

  • avere almeno 21 anni
  • aver completato un corso di guida sicura
  • avere un'assicurazione sanitaria adeguata
A parte che noi riteniamo che il casco si debba sempre indossare, l'altra assurdità è che attualmente i poliziotti non hanno il diritto di fermare un motociclista che viaggia senza casco solo per assicurarsi che rispettino le condizioni previste dalla legge. Ciò significa che anche chi non ne avrebbe il diritto può correre liberamente senza il rischio di incorrere in sanzioni, a meno ovviamente di infrazioni più gravi al codice della strada. Solo in questo caso, infatti, i poliziotti hanno il diritto di fermare un motociclista senza casco.

Una modifica alla legge che regolamenta l'uso del casco in Texas potrebbe ora mettere fine a questa scappatoia. È stato chiesto, infatti, di dare la possibilità alla polizia di fermare i motociclisti che viaggiano senza casco, anche solo per verificare che soddisfino tutti i paletti necessari per lasciare legalmente il casco a casa. Chi verrà fermato dovrà quindi dimostrare la propria età, il completamento del corso di guida e di essere in possesso della copertura assicurativa sanitaria. I motociclisti texani già si lamentano del fatto che potrebbero venir fermati in continuazione solo per verificare se idonei o meno all'esonero dall'obbligo del casco. Noi abbiamo una soluzione semplice: indossate il casco!

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ultime notizie news